Paillasse (Mont) da Coveyrand

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: BR   [scala difficoltà]
esposizione: Ovest
quota partenza (m): 1200
quota vetta/quota massima (m): 2413
dislivello totale (m): 1213

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Bino92
ultima revisione: 02/03/15

località partenza: Coveyrand (Rhemes-saint-georges , AO )

accesso:
A5 uscita Aosta oppure Aosta ovest poi SS26. A Villeneuve svoltare a dx per Valsavaranche/Val di Rhemes. Superare Introd e proseguire sino alla biforcazione per la Val di Rhemes. Risalire brevemente la valle, a Rhemes Saint Georges svoltare a sx per località Vieux e Coveyrand e continuare fino alla chiesa parrocchiale. Si trova qualche piazzola parcheggio nei pressi oppure poco prima sulla dx.

note tecniche:
Gita non troppo impegnativa ma dallo sviluppo non indifferente che si sviluppa interamente nel bosco fino al Col du Mont Blanc. Dalla cima il panorama è notevole, si gode di un'ottima vista sulla Valsavarenche, il gruppo del Gran Paradiso, dal Monte Bianco fino al Rosa e sulla vallata centrale. Essendo interamente nel parco nazionale del Gran Paradiso è possibile imbattersi in qualche camoscio.

descrizione itinerario:
Imboccata la poderale a destra dell'evidente scuola elementare, seguire le indicazioni per il Mont Paillasse o il Mont Blanc (sentiero n° 4); dopo un primo bivio al quale bisogna proseguire a destra, se ne troverà un altro dopo qualche tornante: arrivati a questo punto imboccare il percorso estivo che sale lungo un prato ("l'invito" della mulattiera è dato da delle pietre poste a bordo strada). Seguire le tacche gialle sugli alberi e l'andamento del sentiero che si addentra nel bosco fino ad arrivare presso l'alpeggio di Traverse 1613 m, dove il sentiero si ricongiunge alla poderale. Arrivati ad un bivio prendere la strada che sale sulla sinistra e proseguire fino a quando non si raggiunge un'evidente palina segnaletica posta sulla destra. Risalire la mulattiera per un breve tratto fino ad arrivare alla baita di Champromentier 1813 m. Da qui seguire la poderale che con una pendenza moderata ed un lungo sviluppo porta fino al Col Mont Blanc 2170 m. Arrivati a questo punto è già possibile vedere la cima (è ben visibile la croce dedicata a Giovanni Paolo II). Proseguire in direzione S lasciandosi a sinistra una fascia rocciosa a quota 2300 m circa; da lì portarsi sullo spigolo e proseguire sino alla cima.

Una variante al percorso consiste nel proseguire lungo la strada poderale invece che lungo il sentiero estivo, aumentando però considerevolmente lo sviluppo. Un'altra variante consiste nel tagliare il pezzo di poderale dopo Champromentier scendendo (o salendo) verticalmente lungo il bosco; purtroppo il versante è abbastanza ripido, quindi bisogna cercare un punto abbastanza agevole.