Pfannenstock da Schwarzenbach

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BSA   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 950
quota vetta/quota massima (m): 2572
dislivello totale (m): 1650

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: sergio meroni
ultima revisione: 13/02/15

località partenza: Schwarzenbach (Jonschwil , Wil )

punti appoggio: nella Muotathal o meglio nella Bisisthal

cartografia: Klausenpass n. 246/S

accesso:
Svizzera - autostrada del Gottardo - dopo il tunnel scendere al lago dei quattro cantoni a Schwyz e di seguito in Muotathal e poi nella Bisisthal fino alla località di Schwarzenbach 959

note tecniche:
Itinerario lungo e impegnativo con un tratto nel bosco complesso e sciisticamente complicato in discesa con un finale alpinistico non particolarmente difficile, dove alle volte è indispensabile l'uso della picozza e ramponi.

descrizione itinerario:
Da Schwarzenbach 959, lungo una stradina si sale alle abitazione poste a Est di questa località, poi ci si addentra nella stretta valle e nel bosco e si segue fedelmente il sentiero che conduce al ripiano superiore. Con logica ora si procede a salire nel bosco molto rado lungo un tratto abbastanza ripido cercando di restare il più possible sul lato sinistro della valle. Superato questo tratto, nuovamente spostandosi leggermente sempre sulla sinistra si supera un dosso abbastanza ripido e sempre esposto al sole, quindi facilmente soggetto a possibili scariche di neve. Una volta lasciato alle spalle queste insidie si procede su pendii mai eccessivamente ripidi e nel complesso molto sicuri. Per non sbagliare la direzione, puntare sempre alla cima più alta e di seguito all'altra e così via fino ad arrivare poi alla vista della cima vera e propria. Con ampio giro a destra si arriva sotto la cima per poi procedere a piedi verso la sommità lungo uno scivolo tutto sulla destra e con logica poi facilmente si intuisce il passaggio successivo per completare la salita.
Discesa
Lungo lo stesso tracciato della salita, con la possibilità di una variante, giunti sul ripiano prima dell'ingresso nel fitto bosco. In questo punto risalire per una ventina di metri sulla sinistra e poi scendere lungo una valletta arrivando ad una baita di quota 1430. Sulla sinistra un ripido sentiero conduce a una radura e da qui scendere a ricongiungersi al sentiero di salita evitando così alle volte il tratto di sentiero obbligato e alle volte scarsamente innevato.
Nota aggiuntiva.
Il sentiero nel bosco, sia in salita che in discesa è abbastanza intricato e complesso, senza dubbio la parte meno interessante e piacevole di questo itinerario, ma poi tutto il resto del percorso è bellissimo. Ampi pendii in ampi spazi, panorami a perdita d'occhio e un finale alpinistico interessante. Con buon senso di scelta del percorso i pericoli sono pochi e l'itinerario è consigliabile anche dopo una recente nevicata, e senza indugio consigliabile se le condizioni di pericolo sono date al minimo.