Grondilice (Monte) Canale Giancarlo

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 920
quota vetta (m): 1805
dislivello complessivo (m): 900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: davec77
ultima revisione: 03/02/15

località partenza: Vinca (Fivizzano , MS )

punti appoggio: Capanna Garnerone

cartografia: varie

bibliografia: Ghiaccio Salato - Ediz. Versante Sud

accesso:
Dalla fine della stradina dissestata che prosegue oltre Vinca, si raggiunge la Capanna Garnerone (50 min, sent. 153). Qui si sale nel bosco in direzione Est per uscire poco dopo sui pendii nevosi o detritici sottostanti le pareti. L'attacco del canale è poco evidente ed è situato al vertice del conoide più a sinistra dei due che si trovano; la presenza di resti di slavine ne può facilitare l'individuazione.

note tecniche:
Facile itinerario in ambiente molto suggestivo e selvaggio, in vista del mare; non molto noto, merita una maggiore frequentazione. E' accuratamente descritto sulla recente guida "Ghiaccio Salato". Ne è stata compiuta anche la discesa in sci.
Consigliabile affrontare la salita in giornate fredde, e con buon innevamento. Vista l'esposizione del versante la neve dovrebbe trasformarsi rapidamente.

descrizione itinerario:
Il canale sale in diagonale, trasversalmente alla parete (45°), piuttosto stretto all'inizio. Con poca neve si può trovare un piccolo saltino affiorante. Poco più avanti il canale si apre, diventando quasi un pendio (35-40°); si prosegue tenendosi bassi sulla destra, raggiungendo una forcelletta. Al di là di questa si traversa brevemente in orizzontale a destra, sotto alcune rocce, continuando in direzione di una spalla nevosa. Senza raggiungerla, si piega in diagonale a sinistra (50°, roccette e paleo affioranti se con poca neve) contornando una parete verticale. Ci si immette così in un canalino (50° all'inizio poi 45°) che termina sulla cresta Nordovest del Grondilice.
Per questa (tratto di misto facile ma esposto all'inizio, consigliabile assicurarsi) si raggiunge l'antecima e quindi la vetta massima del monte.
Discesa: per la via normale (segni blu, roccette e tracce di sentiero con poco innevamento), si raggiunge la Finestra del Grondilice. Di qui l'opzione (invernale) più semplice consiste nella discesa sul versante orientale, verso la Val Serenaia, per raggiungere il bosco e poi traversare orizzontalmente sotto la Cresta Garnerone fino a Foce di Giovo, valicata la quale si scende verso il parcheggio. Oppure se possibile si può seguire il tracciato del sentiero CAI estivo che dalla Finestra riporta alla Foce di Monte Rasori e quindi alla Capanna Garnerone.