Servin (Monte) per la Costa Rugnusa e il Monte Castelletto

L'itinerario

difficoltà: BC / BC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 470
quota vetta/quota massima (m): 1756
dislivello salita totale (m): 1650
lunghezza (km): 30

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: MBourcet213
ultima revisione: 12/01/15

località partenza: Luserna San Giovanni (Luserna San Giovanni , TO )

punti appoggio: Rifugio Jumarre e Agriturismo Monte Servin

cartografia: IGC 1:50000 n°6 e IGC 1:50000 n°1

accesso:
Da Pinerolo seguire le indicazione per Bricherasio e la Val Pellice, arrivati a Bricherasio proseguire verso Luserna San Giovanni.
Ampio parcheggio nel centro del paese!

note tecniche:
Salita al M.Castelletto in parte su sentiero in molti tratti poco ciclabile, con rampe anche importanti come pendenza, dal Colle Vaccera al M. Servin ci sono circa 30' di Portage.
Discesa dal Servin OC+ con tratti non ciclabili, il sentiero che ci riporta ad Angrogna invece è un MC+/BC

descrizione itinerario:
Dalla piazza centrale di Luserna San Giovanni si inizia subito a salire seguendo le indicazioni per Angrogna e per la località Vaccera. Dopo poco meno di 4 km, poco prima dell'abitato di Angrogna, troviamo un bivio sulla destra che indica diverse località tra cui il "Colle Vaccera" seguiamo la strada che con un tornante in buona pendenza inizia a salire più duramente verso la nostra meta.
Seguiamo questa strada per altri 4 km circa fino a quando, a quota 1050 m., troviamo un altro bivio sempre a destra in corrispondenza di un cartello che indica la borgata PRA LA COUMBA, seguiamo questa strada sterrata per qualche metro giungendo nei pressi di alcune case e di un fontana. Qui troviamo una palina di legno che indica a sinistra "Vaccera", il sentiero presenta subito alcune rampe al limite del ciclabile per poi diventare più morbido fino a diventare quasi in piano, tralasciando alcuni bivi proseguiamo sempre diritti sul sentiero che nel frattempo si è reimmesso in un'altra strada sterrata, la seguiamo per qualche km arrivando ad una casetta dell'acquedotto che superiamo, ora dobbiamo stare attenti a vedere il sentiero di "Costa Rugnusa" che parte proprio dritto a noi dove la strada devia leggermente a sinistra. Da subito molto divertente e ciclabile su un tratto in falsopiano poi si inerpica per qualche metro su roccie (bici in spalla) e alternando tratti ciclabili a tratti non ciclabili ci porta al Monte Castelletto (1526 m.).
Dal Castelletto si scende puntando a Ovest su strada carrozzabile e in breve si raggiunge il Colle Vaccera (1487 m. circa).
Dal colle si prosegue dritto puntando leggermente a destra (non all'asfalto ma alla carrozzabile che passa dietro al rifugio) su una pista forestale che abbandoniamo però dopo poco in corrispondenza di una palina indicativa che ci manda a sinistra indicando "SERVIN".
Ora con la bici in spalla seguiamo il lungo e bel sentiero che senza possibilità di errore ci porta sulla sommità del Monte Servin dal quale si gode di una vastissima vista su tutto l'arco alpino e la pianura.
Tempo di scrivere due righe sul diario di vetta e si riscende sul percorso di salita che per chi è bravo è un vero e proprio spasso! Alcuni tratti vista la rovinosa azione dell'acqua necessitano di scendere dalla bici ma nel complesso per chi possiede buona tecnica ha una ciclabilità superiore all'80%.
Tornati nuovamente al colle scendiamo per qualche metro sull'asfalto stando attenti dopo il primo tornante a sinistra a vedere un sentierino che parte a destra della strada, segnalato da segno bianco/rosso su di un albero.
Questa discesa è abbastanza intuitiva in quanto la traccia del sentiero va e viene, in ogni caso ci sono segni bianco/rossi lungo quasi tutto il percorso.
Questo primo tratto di sentiero raggiunge la Borgata "Buonanotte", da qui continuiamo a scendere verso la Borgata "Serre" passando per la borgata di Chanforan (storico luogo di culto per i Valdesi che merita una sosta per essere visitato).
Ora alternando sentieri a strade sterrate e successivamente asfaltate raggiungiamo l'abitato di Angrogna.
Da qui seguendo le indicazioni stradali torniamo a Luserna San Giovanni.

altre annotazioni:
Itinerario che tocca in gran parte i luoghi storici per i Valdesi.
Specialmente la discesa dalla Vaccera ad Angrogna presenta molti monumenti e segni davvero interessanti e meritevoli di visita!