Grigna Settentrionale o Grignone Couloir Zucchi

difficoltà: D+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Ovest
quota partenza (m): 1460
quota vetta (m): 2409
dislivello complessivo (m): 950

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: full68 ziocharli
ultima revisione: 28/02/17

località partenza: Passo del Cainallo (Esino Lario , LC )

punti appoggio: Rifugio Bietti

bibliografia: dalla rete

accesso:
Dall'albergo del Cainallo si sale in auto fino al piano di Vò di Moncodeno (in caso innevamento ci si ferma al posteggio più sotto).

note tecniche:
Bella salita sul versante ovest del Grignone. Le difficoltà sono concentrate nel tratto chiave (circa 25 metri) poco prima della vetta con un tiro di misto su ghiaccio e roccia con condizioni variabili a seconda del momento. Utili un paio di chiodi universali o piatti, friend medio-piccoli e fettucce, corda e due picozze.

descrizione itinerario:
Seguire la segnaletica per i rifugi Bogani e Bietti, raggiungendo quest'ultimo a quota 1719 mt (indicativamente 1h 45 min senza neve).
Superare il rifugio e dopo la seconda palina (dopo le indicazioni per il Caminetto), prendere un costone che si innalza verso sinistra del senso di marcia. Intorno a 2000 mt di quota spostarsi leggermente a sinistra per superare la bastionata basale su facili passaggi; usciti su un pendio più aperto il couloir Zucchi è l'evidente canale chiuso tra due guglie (tagliando a mezza costa verso destra si raggiunge l'imbocco del canale Ovest).
Imboccare il couloir Zucchi (max 50° su neve) fino ad una strettoia verso destra che diventa couloir con facili passaggi di misto. Giunti ad una breve paretina di roccia con un evidente strozzatura verso la fine (chiodo), la si supera a seconda delle condizioni, con difficoltà su roccia fino al V (un passaggio). Continuare puntanto il rifugio Brioschi con qualche passaggio di facile misto ed un traverso esposto poco sopra una piccola croce di metallo.

altre annotazioni:
Corrado Zucchi e compagni nel 1959.