Foppabona (Monte) da Introbio

sentiero tipo,n°,segnavia: bianco-rosso n.25 andata, n.27 ritorno
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 650
quota vetta/quota massima (m): 2082
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: emanuele_80
ultima revisione: 27/12/14

località partenza: Introbio (Introbio , LC )

punti appoggio: Rifugio Buzzoni 1590 m

cartografia: Kompass n.105 Lecco-Valle Brembana

bibliografia: A. Pezzotta - Alpi Orobie over 2000 - Vol.1 (n.36) - L'Alpe editrice

accesso:
S.S.36 direzione Lecco, seguire le indicazioni per la Valsassina. Giunti a Ballabio, svoltare a destra per Introbio. All’uscita del paese si seguono le indicazioni per la Val Biandino, percorrendo dapprima la via Alla Cascata e poi la via Alle Ville; è possibile parcheggiare dove la strada diventa sterrata, in prossimità dei cartelli segnaletici dei rifugi.

note tecniche:
Itinerario semplice dal buon sviluppo e dislivello che si svolge interamente su sentieri segnalati. La cima in questione è raggiunta solitamente dai Piani di Bobbio, insieme allo Zuc di Cam e di Valbona, mentre la salita dal versante lecchese per il sentiero n.25 è più lunga e meno frequentata.

descrizione itinerario:
Dai cartelli indicatori, proseguire lungo la sterrata. Poco avanti, abbandonarla svoltando a destra e seguendo il segnavia n.25. Su carrareccia prima e su sentiero poi, si attraversano le baite Serra (1043 m) e Mezzacca (1376 m) fino ad arrivare al Rifugio Buzzoni (1590 m). Poco sopra il rifugio raggiungere il Passo del Gandazzo (1651 m) dal quale si segue a sinistra la Dorsale Orobica Lecchese fino alla cima del Foppabona. Percorrere quindi in discesa il versante opposto della montagna fino alla ben evidente Baita Foppabona, dove si stacca a sinistra il sentiero n.27 che scende lungamente in direzione Ovest fino ad incrociare la carrareccia che riporta ad Introbio.