Tre Potenze (Alpe) da Le Regine per la Val Sestaione

sentiero tipo,n°,segnavia: 104, 106, 00 e GEA
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1309
quota vetta/quota massima (m): 1940
dislivello salita totale (m): 631

copertura rete mobile
vodafone : 40% di copertura

contributors: ste_6962
ultima revisione: 09/12/14

località partenza: Le Regine (Abetone , PT )

punti appoggio: Rifugio-Bivacco del Lago Nero m. 1730 (CAI Pistoia)

cartografia: Carta dei sentieri dell’Alto Appennino Modenese. CAI Modena/Selca. Scala 1:25000

accesso:
seguendo l’autostrada A11 si esce a Lucca Ovest e si deve seguire la SP20 in direzione di Bagni di Lucca, dove si prosegue lungo la SS12 con indicazioni per il Passo dell’Abetone. Da Bagni di Lucca si oltrepassano i centri di Popiglio, la Lima (località raggiungibile anche da Pistoia lungo la statale SS66), per raggiungere Cutigliano e salire decisamente verso l’Abetone, superando Piano Sinatico e raggiungendo la località Fontana Vaccaia. Da qui si abbandona la statale che in breve raggiunge il Passo dell’Abetone e si svolta a sinistra (indicazioni per l’Orto Botanico della Val Sestaione e Le Regine), seguendo la stradina asfaltata, trascurato un bivio a sinistra, si prosegue a destra fino a raggiungere un ampio parcheggio a quota 1309 m in località Le Regine in Val Sestaione (90 km da Lucca).

note tecniche:
Una piacevole escursione che si svolge in Val Sestaione, dapprima su una stradina sterrata, attraversa un fitto bosco, per proseguire e su un ampio pianoro erboso e infine su crinale fino alla cima. E’ una montagna che non presenta alcuna difficoltà, tutto il percorso si svolge su sentieri, sempre ottimamente segnalati e senza alcun problema di orientamento. E’ una meta nota e frequentata, si presta bene ad essere salita anche nel periodo invernale, con ciaspole e/o sci ai piedi. Quella descritta è solo una delle possibili vie di salita, si possono combinare interessanti percorsi ad anello o traversate per cresta, salendo anche alcune cime vicine. E’ una salita fattibile da maggio a dicembre. In presenza di neve è un itinerario valutabile EE/F.

descrizione itinerario:
Da Le Regine 1309 m, si segue inizialmente la stradina sterrata, che in leggera salita porta ad un ponte sul torrente Sestaione, si oltrepassa il ponte e si prosegue sulla stradina a destra (cartelli indicatori per il Lago Nero e segnavia bianco-rosso n.104. Intorno ai 1400 m. si abbandona la stradina che prosegue a sinistra per seguire una mulattiera (segnavia su alberi e cartelli indicatori), che sale nel fitto bosco, attraversa un piccolo corso d’acqua e raggiunge la Casetta dei Pastori m. 1527. Dal piccolo rifugio privato, trascurato un bivio a sinistra (è il sentiero con segnavia n. 106 per la Foce di Campolino), si segue una piccola stradina a destra che in breve raggiunge una piccola cisterna di raccolta dell’acqua potabile a quota 1490 m dove si incrocia un altro sentiero (segnavia n. 102, GEA, MPT) che proviene da Boscolungo. Continuando a sinistra (sempre seguendo il segnavia n. 104) si supera un bel bosco di abeti e raggiunge un ampio pianoro, sede della vecchia conca glaciale dove si trova il Lago Nero. Nella conca erbosa è presente anche il Bivacco del Lago Nero m. 1730 (normalmente chiuso, ma esiste un piccolo locale invernale). Dal bivacco si prosegue salendo un pendio erboso poi il sentiero taglia a mezzacosta sul versante meridionale dell’Alpe delle Tre Potenze fino a raggiungere l’ampia sella del Passo della Vecchia m. 1843 posto tra l’Alpe delle Tre Potenze (a sinistra) e i Denti della Vecchia (a destra). Si sale ora a sinistra, seguendo il crinale Nord-Est (segnavia biancorosso 00), dapprima poco inclinato e poi più ripido, su pendii erbosi e qualche placconata si raggiunge infine la vetta dell’Alpe delle Tre Potenze, sormontata da un piccolo cartello indicatore in legno. (ore 2,30 indicative).
In discesa si segue integralmente lo stesso percorso della salita, oppure è possibile compiere un interessante anello : dalla cima si scende lungo la cresta Sud fino al colle posto tra la vetta e l’anticima (quota 1915 m.), da dove un sentiero scende con una serie di ripide serpentine tra pendii erbose e pietrame nella grande conca del Lago Nero. Dal bivacco si segue per circa 200 metri il sentiero 104, per poi abbandonarlo e seguire il sentiero che sale verso destra (segnavia 106, indicazioni per la Foce di Campolino), si sale a mezza costa e con alcuni saliscendi, fino a raggiungere un altro bivio, dove si deve scendere a sinistra (sempre segnavia 106, indicazioni per la Casetta dei Pastori e Val Sestaione), dove il sentiero scende un altro bosco fitto, supera un piccolo corso d’acqua e con un saliscendi traversa verso destra, dove il bosco è meno fitto, fino a raggiungere la spianata dove è collocata la Casetta dei Pastori. Da qui per la comoda stradina sterrata si rientra al parcheggio de Le Regine.

altre annotazioni:
Il Monte Alpe Tre Potenze è così chiamato perché un tempo indicava il confine fra tre differenti Stati: il Ducato di Lucca, il Ducato di Modena e il Granducato di Toscana. Si tratta di una gita fattibile in giornata senza alcun problema, ma per chi lo desidera esiste la possibilità di utilizzare il Bivacco del Lago Nero posto nelle vicinanze del lago omonimo, per utilizzarlo contattare il CAI di Pistoia (http://www.caipistoia.org/rifugi/bivacco-lago-nero/). Montagna che gode di una buona frequentazione, sia per la bellezza dei luoghi che per l’esteso panorama che è possibile ammirare dalla cima.