Cruvin (Alpe) da Bigiardi

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1086
quota vetta/quota massima (m): 1991
dislivello salita totale (m): 905

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: maxfield
ultima revisione: 24/11/14

località partenza: Bigiardi (Bruzolo , TO )

cartografia: Fraternali 1:25000 n.4 Bassa Val Susa, Musinè, Val Sangone, Collina di Rivoli

bibliografia: PARCHI RISERVE E PREALPI NR.17 VOL.1 IGC/GIULIO BERUTTO

accesso:
Da Torino si percorre la statale 25 , quasi al km 41, e si entra in Bruzolo all'ultimo bivio sulla dx , al secondo sottopasso ferroviario.
Si prosegue sempre diritto in salita per circa 2 km sino alla
via Pratosellero, seguire poi le indicazioni Chiotetti/Bigiardi al primo bivio seguire le indicazioni per la frazione Bigiardi.Dopo circa 6,5 km di buona strada asfaltata si giunge al punto di partenza.

note tecniche:
Bella escursione fattibile anche in Autunno per via dell'esposizione favorevole, da evitare con l'erba bagnata causa la ripidezza dei pendii superiori.Orientamento problematico in caso di nebbia.
Molto vario il percorso: si svolge all'inizio in bella faggeta per poi snodarsi su vasti pascoli d'altopiano.L'alpeggio ormai diroccato e'collocato su una splendida balconata circondata dai monti che vanno dalla Grand'uja a Punta Cruvin.

descrizione itinerario:
Dalla frazione Bigiardi(fontana e meridiana nello spiazzo di partenza) si sale verso nord seguendo le indicazioni Maffiotto, poi al secondo bivio seguire le indicazioni Colletto/Cruin e tenere la sterrata di sinistra.Dopo circa 30 minuti si raggiunge il Rio Sicardera a quota 1300mt.il sentiero prende ora rapidamente quota con numerosi tornanti e giunge nei pressi delle dirute alpi del Colletto.Pervenuti sulla crestina non prendere il sentiero che risale la stessa a dx, ma scegliere quello che scende leggermente ad attraversare un corso d'acqua, successivamente si perde un po nei prati,occorre puntare al successivo corso d'acqua per attraversarlo poco sotto una cascatella.Alcuni segni rossi guidano tra le vaste praterie tenere ora la dx idrografica del rio appena attraversato salendo su pendii molto ripidi.Giunti ad una quota di circa 2000 mt si incrocia il sentiero balcone che taglia tutta la costiera (2 ore).Si svolta a sinistra e con marcia quasi pianeggiante si segue il sentiero che attraversa ancora alcuni corsi d'acqua e valloni sino a giungere al pianoro in cui e'sito l'Alpe Cruvin mt.1991 (2 ore e 20 minuti)Ottimo panorama sull'Orsiera/Gruppo Ambin/Palon Grand'Uja/Rocca del Forno

altre annotazioni:
Sui muri dell'alpeggio, sito nel Comune di Bruzolo, e'impressa la data dell'anno 1831.Collocato in una splendida balconata naturale e' circondato da un'imponente corona di montagne e splendide praterie.