Ingria (Uja d') da Lilla

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 795
quota vetta/quota massima (m): 2921
dislivello salita totale (m): 1150

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: francoc59
ultima revisione: 08/11/14

località partenza: Lilla (Ronco Canavese , TO )

cartografia: MU ed 05 carta della val soana

accesso:
Risalendo la Valle Soana oltre Villanuova si trova la Borgata Lilla 805 m, prima di arrivare a tale Borgo si parcheggia in uno spiazzo a sx sul bordo dx idr del Rio di Guaria.

note tecniche:
La salita da Pian Rastut (itinerario A) è abbastanza diretta ma più facile di quello che potrebbe. Dopo Pian Rastut la traccia è pressoché nulla, e riaffiora un po’ più nitida sulla dorsale che fino all’Alpe Gorber 1505 m non richiede ravanamenti particolari ed è sempre abbastanza pulita, dall’Alpe si segue la buona traccia di sentiero per l’Alpe Crest senza nessuna difficoltà fino alla Cima.

La salita dal vallone di Guaria (itinerario B) è preferibile in tarda primavera quando durante la salita si può godere il fresco di questo incassato vallone, se fatta in autunno valutare bene la condizione neve.

descrizione itinerario:
Itinerario A: da Lilla per Pian Rastut e la dorsale Nord

Risalendo lungo il fianco dx idr del Rio di Guaria si trova la mulattiera che in pochi minuti sale a Pian Rastut, si gira dietro al Borgo e si risale il bosco aggirando dei terrazzamenti, oltre i 900 m ci si sposta a sx a raggiungere l’invitante dorsale Nord che ripida ma comoda e abbastanza pulita divide il Vallone di Guaria dalla Comba Boi. Seguendo fedelmente la dorsale si arriva ad un Rudere sui 1045 m, si prosegue a sx del rudere su traccia animalesca, stando sempre sulla dorsale si passa sulla dx di uno spuntone roccioso, raggiunta una selletta si ricomincia a salire,sui 1450 m la traccia già sempre lieve tende a sparire del tutto, ma salendo un po’ verso sx si raggiunge il Rudere dell’Alpe Gorber 1505 m. Una decina di metri di salita dietro all’Alpe e si rintraccia un buon sentiero che con un traverso nel Vallone di Guaria in lieve salita porta prima all’Alpe Giet 1608 m e poi all’Alpe Crest Superiore 1634 m agganciando l’itinerario descritto che sale dal Vallone di Guaria. Sulla dx dell’Alpe si segue una buona traccia di sentiero che in non molto tempo porta a sbucare sulla Cresta tra il Monte Serena e l’Uja d’Ingria ad un colletto sui 1720 m, non resta che risalire la cresta dei 200 m di dislivello che mancano per raggiungere la Cima dell’Uja d’Ingria.

Itinerario B: da Lilla per il Vallone dei Guaria

A fianco della casa chiamata Casa del Postino un cartello indica la partenza della bella mulattiera che passando per il borgo di Staval 889 m risale a sbucare nella strada asfaltata per il vallone di Guaria.
Si prosegue un tratto su asfalto e poi a sx si raggiunge la borgata Grangia 1100 m. Si passa dietro alla Chiesa lasciando a dx un’antico rudere chiamato Castel ad’Guaria si risalgono i prati verso Sud fino ad incontrare nel prato una barriera di betulle, qui ci si sposta a sx rintracciando un marcato sentiero non segnato che con lunghe giravolte sale nel bosco fino a raggiungere la prima baita 1540 m dei tre Alpi Crest, con la vegetazione un po’ più fitta si punta al secondo e poi al terzo Alpe Crest 1634 m; qui sulla dx si segue una buona traccia di sentiero che in non molto tempo porta a sbucare sulla cresta tra il Monte Serena e l’Uja d’Ingria a 1720 m, non resta che risalire la cresta dei 200 m di dislivello che mancano per raggiungere la cima dell’Uja d’Ingria.