Ailefroide orientale Marchal Ombre

difficoltà: ED   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1874
quota vetta (m): 3847
dislivello complessivo (m): 700

copertura rete mobile
altri : 0% di copertura

contributors: ansjolly
ultima revisione: 29/10/14

località partenza: Pré de Mme Carle (Pelvoux , 05 )

punti appoggio: Refuge Cézanne (Pré de Mme Carle) 1874m

bibliografia: Guide du Haut-Dauphiné, tome 2 - GHM, François Labande

accesso:
da Pre de Mme Carle imboccare il sentiero di accesso al glacier noir e proseguire fino sotto la parete dell'Ailefroide. Superare la terminale sotto la brechè du glacie noir.
La linea è a sinistra della più classica e conosciuta goulotte Pschitt.

note tecniche:
Bella linea di ghiaccio e misto. L'inpegno e il materiale necessario possono variare molto a seconda delle condizioni.
Necessari friend dai micro al 2BD, una decina di viti (anche corte, nuts, alcuni chiodi da roccia, 8 rinvii, 2 corde da 60m.
Valutata ED (90°, M6)

descrizione itinerario:
Superare la terminale e proseguire per ripido canale nevoso per 250m.
Si prosegue quindi nella goulotte più diretta con i due tiri chiave.
Uno di circa 40m prima in traverso e poi direttamente su ghiaccio e/o misto.
La lunghezza successiva e di 60m su ghiaccio a tratti delicato e con tratti di misto. Si può sostare su ghiaccio appena si abbatte un pò la pendenza.
Si prosegue con 3 lunghezze in goulotte (65-70°)per raggiungere il nevaio che porta verso destra alla breche. Si raggiunge poi brevemente per cresta a sx la punta dell'Ailefroide orientale.

Si scende facilmente per la normale. E' da tenere conto che con scarsa visibiltà o di notte può essere molto difficile individuare i passaggi e pericoloso arrivare almeno fino al vecchio Rif.Selè.

altre annotazioni:
Prima salita Hardy e Tarks nel luglio 1988. Ripetuta e battezzata 'Marchal Ombre' pensando di fare una prima da Bourgun, Moulin e Parà nel novembre 2005 con severe difficlotà di misto. (relazione con foto allegata)