Negra (Croda) Via Super Rapida

difficoltà: AD+
esposizione arrampicata: Sud

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: andar per ande
ultima revisione: 27/10/14

località partenza: Rif.Fedare (San Vito di Cadore , BL )

punti appoggio: IV pp IV+

cartografia: Tabacco f015 marmolada, pelmo, Civetta

accesso:
Dal Rifugio Fedare, Passo Giau, Seguire la mulattiera che sale transitando sotto la seggiovia. Dopo 200 metri prendere sulla destra un ripido sentiero che porta nei pressi di un tabià. Da qui (spalle alla Marmolada) puntare verso sx all'evidente forcella, tra eleganti torri, sopra ad una grotta naturale. Dalla forcella puntare al punto più basso della parete. La via è indicata con nome alla base.

note tecniche:
Qualità della roccia buona, difficoltà discontinue con pericolo di caduta sassi nei tiri più appoggiati.
Chiodatura a spit scarsa, ma posizionata nei punti giusti e ben integrabili con clessidre o spuntoni
Le soste sono comode e quasi tutte su spit.

descrizione itinerario:
L1 - Salire il canalino direttamente fino a raggiungere una placca con spit, superarla e seguire poi il canale verso sinistra fino alla prima sosta su clessidra.III+ IV- 40 mt.
L2 - Continuare nel canalino fino a raggiungere la base di una placca dove si trova una sosta su uno spit. IV- III, 20 mt.
L3 - Salire la placca lavorata (uno spit) e seguire poi per gradoni fino ad una sosta con spit e clessidra con cordone. IV III, 30 mt.
L4 - Continuare per gradoni prima verticalmente (spit in una conca)e poi piegando a sinistra verso alcune rocce nerastre, alla base delle quali si trova lo spit di sosta clessidra e cordone. III II 45 mt.
L5 - Salire la parete nerastra con arrampicata facile ma prestando attenzione alle colate d'acqua in stagione avanzata. Due spit in successione indicano l'evidente flessione a destra fino ad una cengia con spit di sosta. III+ 40 mt.
L6 - Attaccare direttamente la placca puntando al primo spit e superare con passaggio atletico lo strapiombetto, secondo spit, fino a rimettere piede su terreno più facile che, con una decisa deviazione verso sinistra, porta alla sosta su spit alla base di un canalino. IV pp di IV+ poi III 40 mt.
L7 - Seguendo il canalino ci si alza verso la vetta e mantenendo la destra si raggiunge la sosta,spit. III 20 mt.
L8 - Salire su terreno facile per guadagnare la vetta.

Discesa:
1 Scendere per sentiero verso la forcella Averau e, in corrispondenza di una trincea di guerra, calarsi in doppia (50 metri) utilizzando l'ancoraggio esistente, due spit con cordone un po nascosti.
2 Scendere per sentiero verso forcella Averau e, per stretto canale guadagnare la forcella stessa. Da qui scendere per sentiero in direzione del passo Giau e quindi al Rif. Fedare.