Cairiliera (Testa) Dal Baraccone per il Passo Cairiliera e la cresta SSO

difficoltà: PD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1533
quota vetta (m): 2638
dislivello complessivo (m): 1400

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Enzo51
ultima revisione: 16/10/14

località partenza: Il Baraccone (Vinadio , CN )

cartografia: IGC Scala 1:25:000 Valle Stura Vinadio Argentera n.112

bibliografia: Guida dei Monti d'Italia TCI-CAI Alpi Marittime vol.II

accesso:
Da Cuneo risalire la Val Stura di Demonte fino al Bivio per il Colle della Lombarda. Risalire il Vallone di S.Anna fino al bivio con il vallone di Maladecia in localita' Il Baraccone, dove si parcheggia in un ampio slargo a lato di un'edificio isolato.

note tecniche:
Un lungo cammino sul filo di una cresta con molti saliscendi e un tratto difficile dove e' cosigliabile legarsi in corrispondenza della quota 2600m arrivando dal passo, caratterizzato da un tozzo ma ardito torrione con passi di III° all'inizio.
Se ne consiglia il proseguimento per cresta molto panoramico a toccare le sommita' del Funs Ciarnier, della P.Ciarnier (bel fortino diroccato in punta) e volendo al fine di arricchire un gia' sostanziozo rientro ad anello anche con la risalita breve alla Cima Resdour.

descrizione itinerario:
Dal Baraccone su ottimo sterrato fino al Gias Soprano (1750m). Una buona traccia continua sin sul fondo del vallone sul suo lato dx orografico (che poi in realta' sarebbe a sx del torrente salendo).
Ad una quota approssimativa attorno ai 2000m abbandonare il sentiero che prosegue a dx in direzione del Colletto di Maladecia, e puntare diritti superando un erto pendio spoglio e privo di traccia, fino ad accedere al pianoro superiore, in vista ormai del passo che si raggiunge superando alcuni salti rocciosi (ore 3.30).
Dal passo si segue la cresta dapprima facile superando la quota 2615m, e successivamente la 2600m (dove si trovano concentrate le maggiori difficolta' di tutta l'intera cresta lunga ca 1.5 km.
Dopodiche' la stessa volge a nord e si fa piu' sottile e accidentata ma mai difficile, con inoltre la possibilita' di sfuggire alle maggiori difficolta' sul lato Riofreddo.(dal Passo in vetta 2ore). Procedere verso nord rimanendo sul filo ora facile in direzione del Funs Ciarnier in lieve discesa (2542m). Con un ulteriore breve discesa si tocca il Passo Ciarnier (2465m).
Una lunga e distesa risalita sempre sul filo di cresta consente di accedere alla P.Ciarnier, (con bel fortino diroccato proprio sul punto culminante). Si scendera' ora in direzione nord.ovest ad una forcella che separa quest'ultima dall'ultima delle elevazioni che si toccano lungo il facile cammino di cresta, la Cima Resdour che si raggiunge con una breve risalita tramite il suo facile crinale orientato sud sud.est.
Ritornare in prossimita' del passo e cominciare scendere i ripidi pendii d'erba e detriti fino a rintracciare una serie di ometti che immettono in un buon sentiero che riporta con alcune svolte a chiudere il giro ad anello proprio sopra il Baraccone da est ( Calcolare 8 ore per l'anello completo).