Monzino Franco (Rifugio) da La Visaille

difficoltà: F :: :: ::
esposizione prevalente: Sud
quota base ferrata (m): 1900
sviluppo ferrata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 600

copertura rete mobile
vodafone : 62% di copertura
tim : 53% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: max49 ziocharli
ultima revisione: 22/08/16

località partenza: Casolari del Freney (Courmayeur , AO )

cartografia: Monte Bianco varie cartine

accesso:
Da Courmayeur seguire le indicazioni per la Val Veny e proseguire fino al bar Promotton, lasciando l'auto al parcheggio poco oltre sulla destra (nei pressi dell'area di pic-nic).
Proseguire a piedi lungo la strada che conduce ai casolari del Freney, oltrepassare i due ponti che permettono di attraversare la Dora di Veny e il torrente del Miage fino a deviare a sinistra (seguendo il sentiero numero 16 per il Rifugio Monzino).
Ci si innalza nel bosco fino all'attraversamento del ponticello sul torrente di Freney. Poco oltre si abbandona il sentiero che conduce al Lago delle Marmotte svoltando a destra. Da qui il rifugio e ben visibile in cima alla seconda barra rocciosa. Il sentiero conduce in breve al primo facile tratto di via ferrata.

note tecniche:
La ferrata è facile. Il rifugio (2590 mt) è molto bello e poco frequentato ed è un punto di osservazione eccezionale sul versante italiano del Monte Bianco. Il dislivello complessivo è di circa 1000 metri inclusi i 200-300 mt di ferrata vera e propria (risistemata nel 2008). Casco e kit da ferrata.

descrizione itinerario:
Dopo un tratto nel bosco, attraversare il torrente che scende dal Freney (bolli gialli). Al bivio piegare a destra (indicazioni per il rifugio Monzino) salendo in direzione dell'attacco della ferrata. Superati i primi facili e attrezzati salti rocciosi il sentiero riprende a salire più ripido fino alla base del risalto più ripido. Prendere ora il tratto attrezzato di destra (quello di sinistra è consigliabile usarlo in discesa per smistare l'afflusso ed evitare inutili code).
Un successivo tratto di ripido sentiero con alcuni passaggi attrezzati conduce alla sella che divide il rifugio dalla vetta dell'Aiguille di Chatelet. Da questa magnifica balconata che domina i ghiacciai del Freney e del Brouillard si arriva in pochi minuti al rifugio.

altre annotazioni:
La ferrata è intitolata a Franco Garda, storico gestore del rifugio Monzino e direttore nazionale di soccorso alpino.