Cistella (Monte) da Foppiano di Crodo

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1217
quota vetta/quota massima (m): 2880
dislivello salita totale (m): 1663

copertura rete mobile
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: stella alpina
ultima revisione: 16/02/10

località partenza: Foppiano (Crodo , VB )

punti appoggio: Bivacco Leoni

cartografia: Kompass carta turistica - Domodossola fg 89

bibliografia: Alpi Lepontine - Renato Armelloni - Guida dei Monti d'Italia CAI-TCI

note tecniche:
Escursione interessante sia per l'ambiente naturale quasi intatto, sia per il panorama. Il monte Cistella è giustamente decantato da tutti gli scrittori amanti dell'Ossola, come una delle cose più belle e care, merita una salita di tutto rispetto.

descrizione itinerario:
Da Foppiano, la strada prosegue brevemente sulla destra; al suo termine inizia il sentiero che attraversando il torrente Alfenza su una passerella, sale per prati alle baite di Premiana (m 1419). Si procede per erta china alle case di Viscardi, dove inizia una lunga diagonale verso sinistra nell'ombrosa abetaia per uscire all'alpe Gaiola (m 1820), nell'aperto vallone, sottostante le verticali quinte meridionali del Corno Cistella.
Poco prima del baitello, il sentiero risale brevemente la conca, poi l'attraversa a sinistra e, aggirata la costa, s'inerpica nel bosco ceduo per uscire alto, in una conca adagiata sotto le pendici orientali della Testa dell'Orso. rimontato a destra un canale detritico, con conversione finale a sinistra raggiunge il colletto della Bocchetta di Balmafredda (m 2430).
Seguire il sentiero lungo la facile cresta, portandosi sotto la Costetta (breve tratto roccioso esposto, attrezzato con ringhiera metallica). agevolmente superata, si esce sul primo gradino del Piano di Cistella Basso. Proseguire sulle piatte erbose e detritiche, quindi superare per un canalino a destra una bassa bastionata, immettendosi sul grande tavolato.
Percorrelo fin contro la bancata di sostegno dell'edificio sommitale. Piegare a sinistra sugli sfasciumi fino a uscire sul Piano di Cistella Alto e arrivare al bivacco Leoni (m 2803) e poi, alla vetta.
Descrizione tratta dal volume "Alpi Lepontine", autore Renato Armelloni, Guida dei Monti d'Italia, edizioni CAI TCI.