Caprie Sperone del Paleolitico

difficoltà: dal 5 / al 7b
esposizione arrampicata: Sud
quota falesia (m): 550
lunghezza min itinerari (m): 8
lunghezza max itinerari (m): 33

copertura rete mobile
vodafone : 0% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: simolsg
ultima revisione: 05/10/14

località partenza: caprie (Caprie , TO )

bibliografia: Arrampicare a Caprie

accesso:
Provenendo da Torino all'uscita della tangenziale Avigliana Ovest alla rotonda prendere la SS 24 per Susa. Dopo 2,5 km circa si trovano le due rotonde di Villar Dora. Superata l'ultima rotonda si percorrono altri tre km circa e si trova sulla destra ( terza strada a destra ) l'indicazione Caprie. Proseguire sulla strada fino al primo incrocio.
Oltrepassare l'incrocio e proseguire sulla strada fra le villette per circa 100 metri. Sulla sinistra si trova una breve via che di fronte ha il comprensorio di Caprie. Parcheggiare possibilmente lungo la strada da cui si arriva.
Al fondo della breve via sopra indicata si trova il primo cartello che descrive la ferrata. Proseguire lungo il sentiero,superare il cartellone sulla sinistra che descrive le vie della falesia di Anticaprie e seguendo le indicazioni per la ferrata salire per circa 50 metri. Al cartello che indica sulla sinistra l'attacco della ferrata proseguire sul sentiero per altri 20 metri circa.
Sulla sinistra si nota un sentiero in salita con le indicazioni per Rocca Nera , Roc d'Abuc,Dahu e Malizie.
Seguire i bollini a forma di spirale verde che portano fino alla base della falesia. Il percorso è lo stesso della Placca delle Malizie ma ad un certo punto il sentiero devia a destra e sale. Circa 25 minuti dal parcheggio.

note tecniche:
La falesia è posta sotto la rocca bianca, quindi percorrendo le vie lunghe si possono concatenare le vie della Rocca Bianca senza bisogno di calarsi dall'alto.
La roccia é serpentino ma molto diverso da tutte le altre falesie del comprensorio.
L'arrampicata è molto atletica ed impegnativa poichè la parete è completamente verticale con tetti ed in alcuni punti in leggero strapiombo.
I monotiri sono tutti nuovi.

descrizione itinerario:
Prima parte dello Sperone del Paleolitico completata.... 10 tiri tra cui una via lunga che permette di arrivare alla base della Rocca Bianca senza doversi calare dall'altro e poter concatenare i tiri sopra.
Non tutti i tiri sono stato liberati quindi le difficoltà sono ancora da stabilire con esattezza e consolidarsi.
Da sinistra a destra:
1 - Rosa Rosae Rosis: 6b
2 - Terrore neghi occhi: 6a/b
3 - Iperuranio: dal bordo 7a+ diretta 7b
4 - 50 sfumature di climber: 6a+
5 - Peste: 7a
6 - L'Era del Cinghiale Bianco: via storica di Grassi e Morittu del 1990 di 3 tiri richiodata. Primo tiro 7a azzerabile, secondo 5c e terzo 5+. Variante della terza lunghezza a sinistra di 6a. In totale circa 75 metri di sviluppo. Sono sufficienti due mezze da 50 dalla catena del terzo tiro alla seconda e poi giú fino a terra.
7 - Aldilá dei sogni: 7a+
8 - Type r: 6c+
9 - Follie preferenziali: 7a
10- Ghosts'n goblins: 6c+
11- Via della Psilocybe semilanceata
12- Nemesis: 6c
13- Diedro Nello
14- Appigli Avvelenati: via storica di Grassi e Margaira chiodata nel 1985 di 3 tiri. Primo tiro 6a, secondo 6a e terzo di 5+. Lo sviluppo è di circa 50 metri. Per la calata è sufficiente una calata in doppia da 60 metri dall'ultima sosta. Le catene e il terzo tiro sono in comune con Prese solforiche. Attenzione che il secondo tiro di questa via è quello che sale a destra.
15- Spigolous incubus: da liberare
16- Prese solforiche: via storica di Grassi e Morittu chiodata nel 1990 di tre tiri. Primo tiro 5b, secondo 6a+ e terzo di 5+ in comune con appigli avvelenati. Lo sviluppo è di circa 50 metri. Come per appigli avvelenati dalla terza catena è sufficiente una calata in doppia. Attemzione che il secondo tiro è quello che sale sulla sinistra.
17- Seperdiretta Rocca Bianca: 5c. Con un unico monotiro direttamente alla Rocca Bianca. Partenza in comune con Prese Solforiche, al 4 spit andare a destra.

Inutile ricordare che il caschetto per chi fá sicura é obbligatorio....

altre annotazioni:
La falesia era già stata scoperta da G.C. Grassi, F. Girodo, N. Margaira e A. Morittu che tra il 1985 e il 1990 ne avevano attrezzato 4 vie lunghe.
L'era del Cinghiale Bianco RICHIODATA
Appigli Avvelenati RICHIODATA
Prese Solforiche RICHIODATA (In principio prese solforose)
Diedro Nello da richiodare.
Vi è poi una 5 via di cui però non si sà il nome e da chi è stata chiodata in quanto non recensita in nessun manuale... chiunque sapesse qualcosa a riguardo può comunicarmelo attraverso il sito.....