Vergine e Gallo Traversata per la Cresta Nord

difficoltà: 5a / 5a obbl
esposizione arrampicata: Nord
quota base arrampicata (m): 2600
sviluppo arrampicata (m): 300
dislivello avvicinamento (m): 500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pmarvi
ultima revisione: 01/10/14

località partenza: Pranzaira - Val Bregaglia (Bregaglia , Maloggia )

punti appoggio: Rifugio Albigna

cartografia: CNS 1296 Sciora

bibliografia: GADDI - Masino Bregaglia v2; SERTORI LISIGNOLI - Solo Granito

accesso:
Da Pranzaira in val Bregaglia prne la piccola funivia (8 posti) che in 15' porta alla diga dell' Albigna. Funivia aperta nel periodo estivo (7.00 - 16.45) 18chf (2014). Spesso coda per la prima salita e l'ultima discesa.

note tecniche:
Salita di cresta tecnicamente non difficile, ben protegibile ma che prevede alcune calate. Possibile interrompere tra Vergine e Gallo. Alcuni spit in via. Soste e calate attrezzate. Portare protezioni veloci. Sufficiente 1 corda da 50m

descrizione itinerario:
Avvicinamento: Dalla funivia salire alla diga e prendere il sentiero che la costeggiasulla sin orografica (direzione Cacciabella). Dopo qualche decina di metri, quando inizia a scendere, prendere la traccia che sale a destra verso lo Spazzacaldera. Continuare su sentiero fino al passo Val della Neve e continuare per tracce e sfasciumi lungo la base delle rocce seguendo gli ometti. Si arriva alla base della cresta del Gallo (freccia e 2 spit visibili) dove inizia la via.

Vergine:
L1 - salire la placca bianca seguendo gli spit e rimontare la cresta quasi orizzontale. seguirla a sinistra (2 chiodi)fino a chiodo con anello
L2 - traversare fino a un diedro fessurato e salirlo (spit) fino alla sosta su terrazzo
L3 - proseguire sulle placche poco inclinate fino a raggiungere la cresta. seguirla fino alla sosta di calata (maillon)
L4 - calata 10m
L5 - traversare lungo placche poco inclinate senza salire in cresta. passare per un pertugio e raggiungere un anellone di calata
L6 - calarsi (10m) o disarrampicare fino a uno spit vidibile in basso sulla cresta oltre un passaggio aereo
L7 - salire per fessure larghe fino ad una sosta con maillon
L8 - calarsi o disarrampicare fino alla sella sottostante e risalire al successivo vertice su rocce rotte fino a una sosta di calata.
L9 - calarsi (15m) fino alla sella tra Vergine e Gallo

Gallo:
dalla sella prendere il sentiero e salire direttament per cresta su rocce instabili o aggirare il primo tratto per sentiero fino ad arrivare alla base della cresta vera e propria
L1e L2 - individuare un diedro adagiato sul cui fianco si nota uno spit alla sua base si traversa a dx per 2m fino a sotto un piccolo tetto quadrato che si rimonta per fessura (spit non visibile appena a sin del tetto) si prosegue per il diedro adagiato (spit), e si risalgono le fessure successive fino a ad un terrazino con sosta su 3 chiodi a lama posto alla base di un diedro con larga fessura
L3 - si traversa 2 m a dx fin oltre il bordo del diedro e si sale per fessura camino . si seguono i diedri successivi (spit) fino a sotto la cuspide. Si passa per un buco a sx e si esce sull'altro versante.

Discesa:
da dietro il buco si deve passare a sin sul lato albigna per un passaggio stretto tra 2 massi, scendere alcuni metri su blocchi e traversare a dx (faccia a valle) per 3m fino alla prima sosta di calata lungo la cesta sud. In altrnativa, dal buco scendere alcuni metri su sfasciume e risalire a sx.
C1 - 10 m in cresta fino a un terraziano con ometto dove si trova la seconda sosta di calata (poco visibile)
C2 - calarsi 15m in cresta o scendere arrampicando (2° expo) fino ad una sosta a spit
C3 - calarsi lato albigna per 25m fino a raggiungere gli sfasciumi.
da qui per sfasciume e placche costeggiare la base del Gal e Vergine e raggiungere il sentiero di salita

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale