San Giacomo (Passo) da Diano Marina

difficoltà: MC+ / BC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 20
quota vetta/quota massima (m): 800
dislivello salita totale (m): 1400
lunghezza (km): 48

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: b.bepun
ultima revisione: 29/09/14

località partenza: Diano Marina (Diano Marina , IM )

punti appoggio: bar in alcune delle borgate incontrate

accesso:
nei pressi del Cimitero di Diano Marina quota m.20

note tecniche:
Difficoltà rosso; lunghezza 48 Km; dislivello totale (compreso i numerosi sali-scendi) circa m. 1.400; periodo: tutto l’anno.
Bel giro ad anello che percorre in una tappa unica il piu’ lungo percorso dell’itinerario 73/C CIRCUITO DEL PIZZO D’EVIGNO E MARO DA CERVO A COLLE SAN BARTOLOMEO.

descrizione itinerario:
Partendo alle spalle del Cimitero si percorre la strada che porta a Diano S. Pietro, dove , girando a sinistra si raggiunge la borgata di Moltedo. Passando davanti alla Chiesa si sale poi per ripide stradine parzialmente asfaltate e talvolta sterrate sino alla località il Colletto (quota 408 s.l.m., circa 4 Km. dal fondovalle e un dislivello di 380 m..).
Prendere ora la direzione verso monte e percorrere per alcuni Km la pista piuttosto dissestata che attraversa il versante sud-ovest del Monte Ceresa e raggiunge da ultimo come sentiero la Colla del Pizzo (quota 794 m., punto molto panoramico). La successiva discesa lungo il versante erboso e cespugliato è graduale sul tracciato segnato dal bestiame al pascolo, fino a incrociare la sterrata (pista forestale) che risale sino ad un bivio. Proseguire a sinistra, incontrando una zona piuttosto dissestata, con tracce di profonde erosioni del fondo terroso e diffusa vegetazione infestante (rovi spinosi…), arrivando, dopo una ripida salita, al Passo S. Giacomo ( quota 750m.).

Discesa:
Dal passo si scende sulla sterrata per pochi metri per imboccare subito l’ampio sentiero sulla sinistra (indicazioni). Un po’ dissestato all’inizio, scende dapprima ripido e poi un po’ più dolce, diventando quindi facile pista sino alla Chiesa di N.S. dell'Assunzione (quota 475 m.). Ora si imbocca a sinistra la stretta carrabile cementata che, tra gli oliveti, punta a Sud verso il nucleo di Torria (quota 400 m.). Raggiuntolo si prende a sinistra seguendo la provinciale n° 29, prima in discesa e poi in salita sino al bel borgo arroccato di Chiusanico Castello, da dove inizia una stradina asfaltata che percorre in direzione sud la pendice olivetata, incontrando vecchi frantoi, attraversando talora vigneti e tratti semi-boscati, da dove, risalendo per poco piu’ di un centinaio di metri di dislivello e poi in falsopiano, si raggiunga la località Monti, piccola frazione del comune di Pontedassio (435 m.).
Si imbocca ora la S.P. n° 82, asfaltata che prosegue con andamento pseudo pianeggiante sino al Passo delle Grillarine (quota 434 m.). Verso destra inizia ora la discesa su sterrata sino al bivio in loc. Case Meree (centro residenziale - turistico). Proseguendo sulla pista di crinale che si lascia poi ad un bivio girando a sinistra e su asfalto si scende alla frazione di Gorleri (quota 255). Oltrepassata la chiesa imboccare la ripida pista cementata che scende verso il fondovalle, sottopassa l’autostrada e in breve raggiunge la piana di Diano Marina (quota 20 m.) nelle vicinanze del cimitero. In alternativa da Gorleri si puo’ scendere sulla strada asfaltata, che passando attraverso i borghi di Serreta e Caldeina porta all’arrivo.

altre annotazioni:
Belli e pittoresci i borghi incontrati, quello di Chiusanico Castello diede origini alla famiglia di Cristoforo Colombo.