Terasc Alice

difficoltà: 7a+ / 6b+ obbl
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 1130
sviluppo arrampicata (m): 450
dislivello avvicinamento (m): 250

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura

contributors: tristan
ultima revisione: 14/09/14

località partenza: Faedo (Cevio , Vallemaggia )

bibliografia: Relazione completa sul sito : Picalciot ch ( News Val Bavona)

accesso:
In fondo alla val maggia,dopo Foroglio proseguire per la val Bavona per pochi km fino a Faedo(cartello) posteggiare di fronte al ponte(parete ben visibile). Attraversare il ponte e tenere la sinistra per strada sterrata ,poi attraversare il greto del torrente che scende dal canyon di Foioi ed inoltrarvisi seguendo il sentiero che ad un certo punto svolta a sinistra e prosegue con delle scalinate di pietra.Dopo un vecchio cavo metallico si giunge ad un albero con nastro giallo, qui abbandonare il sentiero e salire verso la parete, poi attraversare orizzontalmente a sinistra (nastri blu)per vaghe tracce con passaggi esposti, alla fine del boschetto disarrampicare 5 m. traversare ancora 20 m. a sin fino all'attacco (spit visibili) 50 min ca da Faedo.

note tecniche:
L'ambiente è molto bello e solitario il panorama dall'alto sulla val bavona è super, la roccia è ottima con qualche uscita in sosta un po erbosa,l'itinerario è sempre facile da seguire con progressione che varia dal diedro alla fessura con muri tecnici e placche in aderenza.

Materiale : corde da 60 m, doppia serie di micro friends BD C3 dal nr 0, serie di BD C4 fino al 3 doppiandola fino allo 04,13 rinvii.Noi siamo scesi in doppia senza difficoltà (tutte le soste sono ben attrezzate per le calate), se si decide di scendere a piedi consigliamo di lasciare gli zaini al nastro giallo per evitare di rifare il tratto esposto (evitare il buio).

Per la discesa a piedi consultare la relazione sul sito picalciot.ch.

descrizione itinerario:
L1 6a+ 8 spit placca verticale a tacche 40m
L2 6c fessura da dita (variante a sin di 6a+ con grossa fessura utile friend BD del 4 o meglio del 5 poi non serve piu')35 m 3 spit.
L3 7a+ stupendo diedro di dita da proteggere con micro ed alcuni spit intervallati 35 m 5 spit.
L4 6b+ 30m 4 spit. muro verticale bulderoso con ostico ristabilimento a sin(engagee)meglio non cadere, raggiungere po la sosta uscendo a sinistra dopo l'ultimo spit.
L5 6b 40m 3 spit bel tiro tecnico e con belle lame.
L6 6c 40m 4 spit camino iniziale poi fessurine di dita, uscita delicata, allungare bene i primi rinvii, bel tiro.
L7 4c 10m tiro di raccordo
L8 7a 55 m splendida placca aderenzosa come poche se ne trovano, 10 spit ma tutti da guadagnare, ENTUSIASMANTE.
L9 6b+ 25 m 4 spit passo iniziale difficile, da studiare bene visto che lo spit è alto, bello.
L10 6c 50 m 9 spit uno dei più bei tiri "d'Europa" con knobs che si trovano miracolosamente nei punti giusti caratterizzato da un'incredibile vena di quarzo a mò di scalinata assolutamente da non perdere ma anche questo bisogna guadagnarselo.
L11 6a+ 40m 6a+ 4 spit non un granchè
l12 5c 15m 2 spit sostare su albero con ordone rosso e maillon (libro di via) noi siamo scesi qui se si vuole fare anche L13 si continua nel bucolico boschetto per 50m. ca attacco a dx.
L13 6c 20 m 9 spit o variante a dx 7a 20 m 5 spit.