S. Irene e collina chierese

difficoltà: MC / MC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 275
quota vetta/quota massima (m): 393
dislivello salita totale (m): 500
lunghezza (km): 45

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: lucabelloni
ultima revisione: 01/09/14

località partenza: Cimitero di Chieri (Chieri , TO )

cartografia: IGC 1:50.000 n. 17 TORINO PINEROLO e Bassa Val di Susa e n. 20 IL MONFERRATO

vedi anche: http://www.peveradasnc.it/mtb/percorsi/sirene.htm

accesso:
da Torino si percorre la SS 10 per il traforo di Pino. Usciti dalla galleria si prosegue sino a Chieri, dove, circa 1 Km oltre l'incrocio semaforico per Castelnuovo D. B./Andezeno, si svolta sul viale di cipressi che conduce al vicino cimitero. Non fermatevi al primo ingresso ma continuate sulla sinistra fino a quello principale dinnanzi al quale si trova un ampio parcheggio dove lasciare il proprio automezzo.

note tecniche:
La descrizione è copiata dal sito di Peverada (vedi link):
è completa, dettagliata e fatta benissimo, non penso sia possibile fare di meglio!!!

descrizione itinerario:
itinerario dal notevole sviluppo, che ad una prima parte piuttosto tranquilla abbina un finale piu' impegnativo caratterizzato dai tipici saliscendi collinari con bellissimi panorami. Dal parcheggio (0 Km) continuiamo lungo la via Pirandello per un centinaio di metri e quindi prendiamo la pista che corre lungo l'argine di un canale, protetta da un paio di panettoni in cemento, assai frequentata dagli amanti del jogging. Giunti alla via Buttigliera (0,21) la pista prosegue qualche metro alla nostra destra. Si arriva nuovamente alla via Buttigliera che questa volta si attraversa (1,31) e successivamente si taglia la strada San Silvestro (2,10). Si conflusice sulla via Avolio con la quale perveniamo alla vicina Provinciale che collega Chieri con Andezeno (2,71). Qualche metro alla nostra destra percorriamo questa volta l'argine opposto ritornando verso il Cimitero. Qui riprendiamo la via Pirandello (5,01) svoltando poi in via Parini (5,26) e quindi a sinistra in str. del Ritano (5,64) dove termina presto l'asfalto. Attraversata una strada attualmente in costruzione (6,22) si arriva nei pressi di un maneggio dove si svolta a sinistra (7,01). Arrivati alla via Pirandello (7,65) si procede a destra attraversando in seguito C.na Tavano (8,41). Poco oltre C.na Robbio si svolta a destra lungo via Buttigliera. Arrivati al bivio per C.na Elemosina si imbocca lo sterrato dalla parte opposta (10,59) che, transitando per C.na Cesole (11,45), ci porta ad Andezeno. Qui (13,49) prendiamo la SP 119 verso Arignano. Quando incontriamo il cartello della localita' giriamo su via Moano (14,89). Ad una curva pronunciata della strada svoltiamo sulla strada bianca di sinistra. Ad un bivio prendiamo a sinistra (16,22) sino a ritrovare la SP 119 (16,91) che seguiamo a destra per un centinaio di metri. Quindi imbocchiamo la prima strada asfaltata che incontriamo sul lato opposto la quale va a terminare presso il cancello di una villa. Qui procediamo diritto lungo un tratturo prendendo ad un trivio la pista di destra (17,30). Mantenendo la nostra direzione confluiamo su una strada asfaltata (18,89) che si trasforma presto a fondo naturale. Essa costeggia la conca che ospitava un tempo il lago di Arignano, realizzato a meta' del 1800 per volonta' del conte Paolo Remigio Costa, mediante uno sbarramento che intercettava il corso del rio Cremera. Al centro del lago venne creato un isolotto sul quale potevano attraccare le barche. Oltre a rappresentare un'importante fonte di approvvigionamento idrico durante i periodi di siccita', veniva sfruttato come forza motrice da un paio di mulini, per la pesca e, durante la stagione invernale, per la produzione del ghiaccio. Con la cessione della proprieta' da parte dei Costa, inizio' una lunga agonia che culmino' nel 1980, quando, per motivi di sicurezza, la Prefettura di Torino ne ordino' lo svuotamento. Poco oltre la C.na Calcinera si svolta a sinistra (18,93) superando un ponticello. Si incrocia quindi un'altra sterrata che si segue a destra (19,11). Mantenendoci sul fondovalle si va a destra al Km 19,91, poco dopo a sinistra (19,88) ed infine ancora a destra (20,30). Giunti nei pressi di un maneggio andiamo ad affrontare a sinistra la prima vera salita (21,27 - str. Verbia). Si guadagna la provinciale dove prendiamo a sinistra (22,42). Al tornante continuare diritto (22,89 -indicazioni per il cimitero), ignorando subito la deviazione per Conca Bellosguardo (22,94). Al pilone ancora diritto per C.na Priora (23,12). Seguendo sempre la direzione frontale in discesa si attraversa un prato pervenendo alla SP 98 che seguiamo a sinistra (24,01). Affrontiamo alcuni impegnativi tornanti e, un centinaio di metri oltre l'incrocio con le stradeTrinita' e Castel Maiolo, scendiamo lungo un tratturo alla nostra destra (25,50). Si perviene ad una strada asfaltata con la quale puntiamo verso Montaldo T.se del quale intravvediamo il castello. Poco oltre una doppia curva, prendiamo la pista sulla sinistra che risale la collina (27,13). Nei pressi di un pilone bianco incrociamo una sterrata piu' marcata che seguiamo a sinistra (27,56). Prestando attenzione al Km 27,83 dove teniamo la destra, puntiamo verso il cimitero di Andezeno. Ad un quadrivio che lo precede (28,90) giriamo a destra raggiungendo le case di Reg. Faiteria. Qui svoltiamo a sinistra (29,77) quindi 2 volte a destra (30,05 e 30,21) sino alla Provinciale 122. La attraversiamo (30,74) e, al culmine della salita, poco prima di un pilone, giriamo su tratturo erboso a destra seguendo la soleggiata cresta collinare tra i vigneti (31,07). Mantenendo la direzione si raggiunge una strada asfaltata (32,21) con la quale saliamo alla chiesa parrochiale di S. Pietro in Vincoli di Airali (32,85). Prima del cimitero, svoltiamo su sterrato (33,03) e, al termine della discesa, andiamo a sinistra (33,25). Al Km 33,37 continuare diritto e successivamente andare a sinistra (34,25) sino ad un pozzo (35,52) dove si scende per str. della Rosa. Allo STOP si prende a sinistra (36,94) e successivamente si seguono le indicazioni per "Chieri centro" (37,56). Svoltare poi su str. della Contessa con la quale saliamo alla chiesetta di S. Irene (39,10) che presenta una insolita pianta circolare. Giriamo attorno alla costruzione e quindi rientriamo a Chieri seguendo la str. della Serra. Giunti su str. Baldissero si va a destra (41,08) ed, al semaforo, si segue la Provinciale in direzione Andezeno. Quando si incontra la via Avolio (41,97) si svolta andando a ripercorre l'argine del canale fatto all'andata sino al parcheggio del cimitero (44,69).