Gran Bernardé (Monte) da Candiela per il Versante Nord e discesa dalla cresta O-N-O

L'itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero n° 324
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1155
quota vetta/quota massima (m): 2747
dislivello salita totale (m): 1800

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950
ultima revisione: 25/08/14

località partenza: Candiela (Chialamberto , TO )

cartografia: Carta dei Sentieri n° 17, L'Escursionista Editore

accesso:
Da Ciriè si seguono le indicazioni Valli di Lanzo. Si risale la Val Grande fino a Chialamberto, giunti a Chialamberto , quando a sinistra compare la caserma dei Carabinieri, a destra subito dopo il ponte, inizia la strada asfaltata che sale a Vonzo; poco prima di Vonzo, troviamo la borgata Candiela che offre uno spiazzo abbastanza grande per parcheggiare l’auto.

note tecniche:
Il Monte Gran Bernardé dal fondovalle, appare come un grosso e largo montagnone con una specie di plateau sommitale a vaga forma di rombo irregolare; la vista dalle cime della dorsale spartiacque, la montagna risulta molto ridimensionata ma forse mostra il suo lato più bello, più di alta montagna e quindi più attraente. Escursione lunga ma abbastanza facile e piacevole che si svolge su terreni abbastanza puliti e sentieri ancora facilmente percorribili; ambiente molto bello di media alta montagna. Il percorso della cresta nord-ovest è sicuramente più impegnativo ed a tratti esposto, quindi necessita attenzione.

descrizione itinerario:
Da Candiela percorrere ancora un breve tratto di strada asfaltata fino al secondo tornante, dove a sinistra si diparte una sterrata con sbarra, a monte dell’inizio della sterrata c’è un piccolo piazzale erboso dove eventualmente si può posare l’auto; pochi metri a monte nella curva inizia il sentiero n° 325 con tanto di palina segnaletica.
Seguire il sentiero che con molte giravolte nel bosco, raggiunge la borgata Chiappili, m. 1445 m. si passa fra le case e si riprende il sentiero che sale su prati ed in breve giunge alla sterrata che si inoltra nel vallone di Vassola; a circa 100 metri prima del ponte in legno a destra compaiono un paio di ometti da seguire e poco a monte si segue il sentiero che sale con alcune giravolte, supera un primo gruppo di baite, continua a risalire e giunge all'alpe Balmot, m. 1877.
Ora il sentiero prosegue con un traverso in leggero saliscendi, giunge e attraversa il Rio Vassola; attraversamento attrezzato con cavi metallici e piantoni in ferro infissi nella roccia, porre comunque attenzione per via delle pietre scivolose.
Si risale il lato opposto seguendo una serie di omini e si giunge all'alpe Rossa di sotto, m. 2093; si continua a seguire gli omini ed in breve ci si addentra nella gola che porta al pianoro dell'alpe Vailet, m. 2232. Passate le baite piegare a sinistra percorrendo i pianori acquitrinosi dietro le baite e puntare verso sud-ovest, il largo canale che scende dall’alta cresta rocciosa del Gran Bernardé, risalire il canale superando i gradini rocciosi nei canalini di scolo dell’acqua che sono facilmente percorribili, giunti alla pietraia, salire a sinistra in verticale fino a raggiungere la fascia erbosa ai piedi della parete, piegare a destra e su tracce di camosci percorrere un traverso ascensionale che giunge ad una seconda pietraia che precede l’ampio vallone superiore.
Superare la pietraia e risalire il comodo vallone che termina su un bel pianoro erboso. In breve si raggiunge la cresta est anch’essa erbosa che con dolce pendenza supera un grosso ometto in pietra e giunge ai massi accatastati che precedono la vetta.
La discesa può avvenire più facilmente sul percorso di salita oppure, con percorso un po’ più impegnativo, si percorre la cresta nord-ovest, al suo termine si scende sul versante nord verso una bassa depressione che si raggiunge con l’ausilio di un breve tratto attrezzato con cavo d’acciaio e piccola scaletta metallica.
Dalla depressione si risale di una ventina di metri alla quota 2692 circa, per poi scendere al Colle della Terra d’Unghiasse, da dove si fa ritorno all’Alpe Vailet, sul percorso del sentiero n°324 e AVC (nuovi segnavia colore blu).


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Gran Bernardé (Monte) da Candiela per il Versante Nord e discesa dalla cresta O-N-O - (0 km)
Gran Bernardè (Monte) da Pianardi - (0.7 km)
Crosiasse (Colle) da Chialamberto, anello per Urtirè, Cuccetta - (0.7 km)
Combe (Alpe le) da Balmavenera, anello sentieri Motti e Balcone - (0.7 km)
Terra d' Unghiasse (Colle della) da Vonzo - (0.7 km)
Deserta (Punta) da Vonzo per il Colle del Seone - (0.7 km)
Madonna del Ciavanis (Santuario) da Vonzo - (0.8 km)
Masche (Roc delle) anello per Vonzo e Chiappili - (0.8 km)
Frassa (Cappella della) da Bussoni - (0.8 km)
Pian Spigo (Punta) e Rocca Maunero da Vonzo, anello per il Santuario del Ciavanis - (0.8 km)
Mea (Bec di) da Vonzo - (0.8 km)
Pian Spigo (Punta) da Vonzo, anelli per i Colli di Nora, Forca, Bojret - (0.8 km)
Pian Spigo (Punta) da Vonzo, anello per Vallone di Vassola e Passo Bojret - (0.8 km)
Paiaire (Testa) da Vonzo - (0.8 km)
Crot (Alpeggi) anello Vonzo, Chiappili, Vassola, Crot, Frassa, Pian Ardi - (0.8 km)
Pian Spigo (Punta) da Vonzo - (0.8 km)
Bessun (Monte) da Vonzo per il Colle della Terra d'Unghiasse - (0.8 km)
Nora (Colle di) da Vonzo - (0.8 km)
Mea (Bec di) da Bussoni, anello per Frassa e Mea - (0.8 km)
Missirola (Borgata) da Chialamberto, anello per l'Alpe Cuccetta - (0.8 km)
Seone (Punta del) da Vonzo per il Vallone di Vassola - (0.8 km)
Maunero (Rocca) da Vonzo - (0.8 km)
Bellavarda (Uja di) da Vonzo per il Colle della Paglia - (0.8 km)
Tovo Piccolo (Monte) da Vonzo per il Colle Giardonera - (0.8 km)
Doubia (Monte) da Chialamberto per Urtire', Colle Crosiasse, Colle d'Attia - (0.8 km)