Corchia (Monte) Pilastro angolare Fociomboli Amico Almo

difficoltà: 6a+ / 5c obbl / A1
esposizione arrampicata: Ovest
sviluppo arrampicata (m): 195

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura
tim : 40% di copertura

contributors: oreste
ultima revisione: 15/08/14

località partenza: Fociomoboli (Stazzema , LU )

accesso:
L’attacco si raggiunge deviando a destra, 40 mt. prima di raggiungere l’attacco dello “spigolo di Fociomboli” alla base di un cono detritico ed è evidenziato da un chiodo con cordino.

note tecniche:
L’itinerario aperto dopo un precedente tentativo, dove erano stati saliti tre tiri. Usati chiodi e materiale da incastro con 2 spit di passaggio ed alcuni alle soste. L’itinerario è rimasto attrezzato sia sui passaggi che alle soste e per una ripetizione sono necessari una serie di friend sino al 3 compresi i micro (misure Camalot ) – nuts – martello ed eventualmente qualche chiodo.
La via si svolge sulla dx dello pilastro dello spigolo di Fociomoboli del versante ovest del Monte Corchia, su roccia buona e a tratti ripulita. L’attacco è in comune con il primo tiro della Via Padre Corchia, poi si sviluppa alla sua destra seguendo una serie evidente di diedri/fessure. (Nel primo tiro è stata trovata una vecchia sosta di calata).
Le valutazioni delle difficoltà sono quelle affrontate in apertura. Nel corso dell’ultima salita sono stati superati tutti i passaggi in libera, tranne due passaggi del quinto tiro.

descrizione itinerario:
L1) si sale il muro sovrastante (1 ch. con cordino), andare leggermente a dx (1 ch. con cordino) poi si risale l’ultimo muretto raggiungendo un tratto erboso (IV+). Dopo aver rinviato un (1 ch. con codino) salire verso sx su terreno erboso fino a raggiungere la sosta ( 1 ch.+ 1fix - 30 mt. IV+ ) tiro in comune con Padre Corchia

L2) si risale in obliquo a dx per terreno erboso fino a raggiungere delle belle placche (1 ch.) superare il muretto (1 ch.) al termine del quale traversare a dx su bella placca (1 cordino su spuntone) fino a raggiungere un diedro di cui si sale la placca a sx ( 2 ch.) fin sotto un tratto leggermente aggettante da cui si esce a sx al terrazzino con la sosta ( 2 ch.+ 1spit - 40 mt. - V+ , IV+ ,VI- )

L3) dalla sosta salire il muro soprastante con movimenti atletici (1spit e 1 ch) fino ad uscire su terreno più appoggiato, salendo poi dei gradoni sino alla sosta alla base di un diedro/fessura ( 1 ch.+ 1spit - 35 mt. - VI e A1 poi IV+ , in libera VII- )

L4) si sale la difficile placca sfruttando la fessura/diedro, al termine della quale si esce leggermente a sx (3 ch.) poi salire per muretti fino a raggiungere una cengia (1 ch.) da cui si esce a sx per raggiungere la sosta in comune con Padre Corchia ( 2 spit e catena - 25 mt. - VI e A1 poi V , in libera VI+ ).

L5) si traversa su cengetta erbosa a dx puntando all’evidente diedro. Per raggiungerlo superare un muro dapprima in libera V+ (2 ch. il primo con cordino) quando diventa più verticale (1 spit) su 2 passaggi in artificiale A1 ( 1 nuts + 2 ch.) raggiungere il fondo del diedro che si risale con bella arrampicata sino alla fine (2 ch.) da cui si esce dapprima a sx su placca (1 ch.) per poi traversare decisamente a dx doppiando lo spigolo alla sosta ( 2 spit - 25 mt. - V+,VI e A1 poi V+ ).

L6) sopra la sosta si punta ad un evidente dietro sulla sx (1ch.) si supera questo (1ch.) per uscire su uno spigoletto a dx, andare contro un muro (1 cordino su spuntone) superalo, poi leggermente a sinistra superando alcuni gradoni fino a raggiungere la cima del pilastro di Fociomboli ( sosta da fare o fruttare quella di Padre Corchia) - 40 mt. - V+ poi IV+ )

Discesa:
In comune con quella dello spigolo di Fociomboli, per traccia dapprima in direzione est, poi scendere, sempre per traccia in direzione nord per raggiungere il sottostante canalone detritico (brevi passaggi di arrampicata II esposti, oppure con 1 cd. 25 mt. su albero). Seguire in discesa il canale, dopo 50 mt. traversare a sx e, costeggiando le pareti e si ritorna all’attacco delle spigolo di Fociomboli o della via. ( 20 minuti )

altre annotazioni:
L’itinerario aperto e dedicato all’Amico CONTI Almo recentemente scomparso.