Aquila (Monte) da Pietracamela per la Valle del Maone

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1030
quota vetta/quota massima (m): 2494
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 09/08/14

località partenza: Pietracamela (Pietracamela , TE )

cartografia: CAI Gran Sasso d'Italia 1:25000 S.EL.CA.

accesso:
Dalla A14, uscita Giulianova-Teramo, superstrada SS80 per Teramo, uscita a Teramo ovest, si prosegue sulla statale, passando Montòrio al Vomano fino ad incontrare il bivio per Pietracamela poco oltre una diga sul Vomano; si risale la strada che con molte giravolte raggiunge il bel borgo arroccato di Pietracamela. Si parcheggia, negli appositi spazi, lungo la strada ad inizio paese di fronte al Municipio e farmacia.

note tecniche:
Escursione lunga ma molto facile, che percorre il fondo della Valle dell’Arno, si alza al gradino delle cascate dell’Arno e risale la Val Maone fino alle Capanne, m. 1957, quindi risale la bella e ampia conca erbosa di Campo Pericoli, passando per il Rifugio Garibaldi, m. 2252, si giunge alla Sella di Monte Aquila, m. 2335, e da questa per sentiero su dorsale si raggiunge la croce metallica del Monte Aquila.

descrizione itinerario:
Dalla strada di Pietracamela, salire alla parte alta del paese, seguendo le indicazioni del sentiero segnalato, su sterrata, che a mezza costa, risale il vallone dell’Arno, con sfondo il Pizzo d'Intermesoli a destra. Ad un bivio, quota 1142, proseguire a sinistra salendo sotto un fitto bosco di faggi. Finito il tratto pianeggiante, il sentiero inizia a prendere quota nel bosco e con alcune giravolte giunge nei pressi delle cascate del Rio Arno, ancora qualche passo e ci si innesta sulla sterrata proveniente da Prati di Tivo. Seguirla fino al suo termine vicino alle sorgenti del Rio Arno. Il sentiero si inoltra ora nella parte alta del vallone fra le pendici del Corno Piccolo e le pareti del Pizzo d'Intermesoli, con percorso fra alcuni grossi massi si risale la Val Maone, giungendo ai prati delle Capanne, inizio della conca di Campo Pericoli. Si risalgono i bei falsopiani erbosi della conca, avendo come riferimento il Rifugio Garibaldi. Seguire il sentiero davanti al rifugio che sale quasi in linea retta ad intercettare il sentiero principale proveniente da Campo Imperatore, piegare a destra su quest’ultimo e raggiungere la Sella del Monte Aquila, svoltare a sinistra e seguire il sentiero su dorsale che in breve raggiunge un bivio, si va a destra ed in breve si giunge alla croce metallica del Monte Aquila, m. 2494. Discesa sullo stesso percorso di salita.