Massa del Castello o Paradiso Cresta SE

L'itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: In parte segnalato
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 972
quota vetta/quota massima (m): 2435
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: adriano maggi
ultima revisione: 02/08/14

località partenza: Rimasco -Segherie- (Rimasco , VC )

cartografia: Kompass 88 Monte Rosa

accesso:
Varallo Sesia-Balmuccia-Val Sermenza-Rimasco-Valle Egua

note tecniche:
I passaggi di cresta più difficoltosi si possono evitare abbassandosi su uno o l'altro versante.

descrizione itinerario:
Rimasco Piazzale Segheria quota 972:
Una ripida scalinata porta al ripiano di Dorca (mt 1235) oltre al quale si continua seguendo le segnalazioni b/r dell’itinerario 367 passando in progressione gli alpeggi di Casarolo, Selletto, Castello e Vallè.
Poco dopo il Vallè abbandonare la traccia e traversare direttamente sotto la Cima del Castello in direzione dei ripetitori per iniziare da qui (punta quotata) la lunga cresta che collega alla Massa del Castello.

Si passa in sequenza la Cima Castello (mt 1985), la Colma di Dorca (mt 1950) e alcuni facili dossi, che richiedono comunque qualche passo d’arrampicata, prima di arrivare alla “presunta” Colma di Castello (quota 1900), collegamento in disuso tra la Valle di Dorca e quella di Cavaglione.
Oltre questo valico si supera una serie di rilievi misto erba–roccia, con passaggi esposti e pericolosi (utile una corda 20-30mt) da affrontare con tutte le dovute precauzioni, arrivando così alla base dell’anticima Massa del Sajunca (mt 2314).
Ancora qualche facile passo d’arrampicata per uscire all’anticima, punto di collegamento con la cresta S, per continuare sempre sul filo fino alla vetta (6-7 ore).
Dalla cima avanzare ancora sulle roccette della cresta NO (qualche passo facile di arrampicata) fino a raggiungere le giavine che permettono di traversare senza problemi alla Bocchetta del Cardone (2350 mt) dove si trova il sentiero (segnali) che consente di scendere nuovamente in Valle d’Egua alla Frazione di Campo Ragozzi.
Mettere in conto ancora 3 km sulla strada di fondovalle per tornare al parcheggio di Rimasco.