Stau, Panieris, Blanches, Tortisse, Stau (Colli) giro da Pontebernardo

L'itinerario

difficoltà: BC+ / OC+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1312
quota vetta/quota massima (m): 2705
dislivello salita totale (m): 1980
lunghezza (km): 32

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: MBourcet213
ultima revisione: 28/07/14

località partenza: Pontebernardo (Pietraporzio , CN )

punti appoggio: Rif. Talarico / Ref. de Vens

cartografia: IGC 1:50.000 n°7

accesso:
Ottimo. Ampio parcheggio a Pontebernardo.

note tecniche:
Giro spettacolare da intraprendersi con un buon allenamento. Attenzione dal Colle Panieris in avanti e fino al Colle del Ferro nord si è nel Parc National du Mercantour il cicloescursionismo è vietato quindi lo stare sulla bici è a vostro rischio e pericolo (sequestro del mezzo) anche se i sentieri sono veramente invitanti!! Dal Colle del Ferro poi scendendo nel vallone di Forneris, il sentiero è veramente DOC, OC+ serve un ottimo allenamento al controllo del mezzo e alle braccia, tutto ciclabile ma impegnativo. Comunque su tutto il percorso la percentuale di ciclabilità, se si è allenati è alta. Restano poi ancora i 250 metri circa di portage dal vallone di Forneris fino ai Becchi Rossi, ma qui se si è stanchi si può sempre optare per la discesa a Ferrere e poi rientro su asfalto a Pontebernardo

descrizione itinerario:
La partenza è da Pontebernardo in Valle Stura, si procede nel vallone omonimo su una strada dalla pendenza regolare e mai troppo ripida fino al Rifugio Talarico a metri 1710 circa. Ora la pendenza della sterrata cambia e si comincia a fare sul serio con alcuni tratti al limite della ciclabilità. Senza mai lasciare la strada militare che porta al colle di Stau, ci alziamo progressivamente con una buona ciclabilità giungendo quasi sotto al colle dove troviamo un bivio, andiamo a sinistra e qui la ciclabilità diminuisce perché la sterrata è molto rovinata e piena di pietre smosse. Bici al fianco o in spalla come preferite, si arriva ad una casermetta presidiata da stambecchi con cuccioli. Ora rimane ancora una rampa più ripida superata questa, si arriva ad una colletto con casermette tra il Monte Peiron e la Testa della Garbe. Ora le salite per il momento sono finite, vediamo a pochi metri il Colle Panieris che raggiungiamo con un traverso quasi interamente ciclabile. Ora inizia una cavalcata in cresta spettacolare, superando la Testa del Ferro il col della Blanches, il colle della Tortisse che però, prima di raggiungerlo si fa una digressione per ammirare il fantastico arco naturale de Tortisse, curiosa ed elegante forma rocciosa generata dall'erosione, l'arco si incontra scendendo dal col du Fer sud verso i laghi di Vens. Si sale poi all'Aiguilles de Tortisse e ritorno al colle, Ora si punta al Colle del Ferro, nuovamente valico Italiano, attenzione, dal colle Panieris al Colle del Ferro nord si è nel Parco del Mercantour quindi il cicloescursionismo è vietato, a vostro rischio stare in sella. Dal colle del Ferro, inizia un sentiero che molto difficile ma ciclabile ci porterà ad un bivio con indicazioni Colle di Stau Murenz Becco Rosso, noi scendiamo su questo e, attraversato il torrentello su un ponte di tronchi, andiamo subito verso sinistra su una mulattiera che inizialmente ciclabile poi comincerà a salire, restano ancora 250 metri di dislivello circa per arrivare alla fine dei nostri sforzi. Siamo ai Becchi Rossi. Ora possiamo rilassarci e goderci (se abbiamo tempo) la visita alle fortificazioni scavate sotto la punta. Dopo esserci riposati scendiamo su una mulattiera militare che idilliaca è dire poco con una serie di tornantini tutti ciclabili fino a raggiungere Murenz e poi Pontebernardo chiudendo questo spettacolare anello.

altre annotazioni:
Presenti numerose fortificazioni utilizzate fino alla seconda guerra mondiale.. se si ha tempo consigliato visitarle, prestare attenzione al filo spinato a terra e soprattutto, nella fortificazione dei Becchi Rossi, a non perdersi perchè è davvero un labirinto!!