Listino (Monte) da Piana del Gaver

sentiero tipo,n°,segnavia: Segnavia 26 sino al sentiero n.1 dell'Adamello
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 2750
dislivello salita totale (m): 1300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: IlGerva
ultima revisione: 21/07/14

località partenza: Piana del Gaver (Breno , BS )

punti appoggio: nn

cartografia: Cartina Kompass 103 (Le Tre Valli Bresciane)

bibliografia: a piedi con Franco Solina

accesso:
L'accesso al punto di partenza è fissato in fondo alla piana del Gaver, nei pressi della centrale idroelettrica della Caffaro; può essere raggiunto da Bagolino, passando da Val Dorizzo o attraverso il passo di Crocedomini attraverso la Bazena per chi sale della valle Camonica.

note tecniche:
Raggiunge la sua cima non implica alcuna difficoltà in quanto l'escursione si snoda su belle mulattiere militari di arroccamento della guerra 1915/18.

descrizione itinerario:
La mulattiera prende a salire verso sinistra (alla partenza tabelle segnaletiche) e dopo un paio di tornanti, infilatasi nel bosco di abeti e larici, continua allontanandosi gradualmente dal torrente fino a raggiungere la malga Blumone di sopra (metri 1801). Si prosegue su alterne pendenze zizzagando, si superano pendii con facili roccette e costole erbose, costeggiando a tratti il fiume che divalla con gorghi e cascate.
Dopo un'ora e mezza di cammino si perviene al Casinello di Blumone (metri 2099); poco prima di raggingerlo, si stacca a sinistra l'itinerario per il passo di Blumone, mentre proprio nelle sue vicinanze si dirama a destra il sentiero che sale al passo di Serosine. Si continua sulla mulattiera, a tratti lastricata che in breve porta in fondo al circoscritto pianoro (si osservi a sinistra la profonda spaccatura della "Porta del Blumone"); quindi si riprende a salire con ampi tornati attraverso le pendici della Cima Blumone lasciando più in alto sulla destra, i ruderi (sempre più cadenti) di un ospedaletto militare della Grande guerra.
Descritto un ampio giro a mezzacosta si giunge poi al Passo del Termine (metri 2334), collegamento con le trentine val di Leno e val Daone; nei dintorni ci sono i resti di manufatti di un piccolo villaggio militare. L'itinerario continua rimontando il costone di sinistra mantenendosi sempre sul versante bresciano; intersecato più in alto il percorso dell'"Alta via dell'Adamello" (Sentiero numero 1) che proveniente dal rifugio Tita Secchi al lago della Vacca, si dirige verso il rifugio Maria e Franco, per ripide tracce si procede verso la cima del Listino.
Il tratto che precede l'arrivo in vetta si svolge su una granitica rampa di scale. Dalla cima si spazia sul Cornone di Blumone, a est, oltre la valle si staglia il Bruffione mentre sul versante della valle Camonica si apre la conca del Listino con il Pizzo Badile sulla destra; verso nord appaiono nitide le cime innevate del gruppo dell'Adamello.

altre annotazioni:
Descrizione percorso da "Brescia online"