Monviso (Giro del) da Meire Dacant

sentiero tipo,n°,segnavia: GTA
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1641
quota vetta/quota massima (m): 2950
dislivello salita totale (m): 3000

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

contributors: Escuriosando Trek
ultima revisione: 15/07/14

località partenza: Meire Dacant (Oncino , CN )

punti appoggio: Rif. Alpetto, Rif. Quintino Sella, Rif. Giacoletti, Rif. Du Visò, Rif, Vallanta, Rif, Bagnour

cartografia: IGC n° 6 IGC n° 106

bibliografia: Tous les tours du Visò, Intorno al Monviso

accesso:
Arrivati in Val Po si passa Paesana e la frazione Calcinere,raggiungendo il bivio per il Vallone di Oncino. Si sale quindi a Oncino e dalla piazza del Municipio si prosegue seguendo le indicazioni per il Rifugio Alpetto. Si sale per molti tornanti su strada asfaltata. Si raggiunge quindi un tratto di strada sterrata ma transitabile anche con auto un pò basse e si arriva al parcheggio poco sotto la borgata Meire Dacant.

note tecniche:
Nei primi mesi estivi bisogna fare molta attenzione alle condizioni del sentiero del Postino e del Colle delle Traversette, in quanto la neve può persistere e formare ripide rampe pericolose da attraversare se non si è in possesso di ramponi e piccozza. Si consiglia di chiedere informazioni sulle condizioni di tali tracciati al Rifugio Giacoletti o alle altre strutture lungo il Giro del Monviso.

descrizione itinerario:
Si parte dal parcheggio seguendo le indicazioni per il Rifugio Alpetto. Il sentiero passa dei graziosi pascoli per salire nel vallone dell'Alpetto e quindi inerpicarsi fino a raggiungere il rifugio. Da qui si sale a sinistra del Rifugio Alpetto, ci si porta su una grande morena e si raggiunge il Rifugio Quintino Sella sotto la parete est del Monviso. Lasciato il rifugio si prende il sentiero che porta a Pian del Re, e passato il Colle di Viso si scende quasi fino a toccare il Lago Chiaretto. DA qui si segue il sentiero V14 che sale prima ai laghi Superiore e Lausetto e poi al Rifugio Giacoletti. Per proseguire da qui si scende il Couloir del Porco e poi si può scegliere se prendere il sentiero del Postino (EE) che non fa perdere quota, oppure scendere fino ad intercettare il sentiero che proviene dal Pian del Re. In ogni caso si raggiunge Pian Mait e in seguito la casermetta delle Traversette. Qui si può passare il Buco di Viso o salire al Passo delle Traversette (porre molta attenzione in caso il sentiero sia innevato!)e inoltrarsi in territorio francese per scendere e raggiungere il Refuge du Visò. Si prosegue quindi nella valle in direzione del Passo di Vallanta che si raggiunge con un sentiero su pietraia, prima ripido e poi in traverso (attenzione, possibilità di scariche di pietre dalla cresta rocciosa alla propria destra!). Raggiunto il colle si scende verso il Rifugio Vallanta. Passato il rifugio si scende prima su sentiero ripido per poi proseguire su un largo tracciato. Arrivati a Grange Gheit si oltrepassa il ponticello di assi, e tenendosi a destra dei ruderi si prende il sentiero per il Rifugio Bagnour. Seguendo i numerosi segnali, e il sentiero nel bosco di pini cembri, si arriva al Lago Bagnour e quindi al Rifugio. Per re-immettersi sul tracciato del Giro del Monviso si riprende il sentiero dell'andata fino ad una radura dove un cartello indica Pion Meyer (pian Meyer), e seguendo le indicazioni per questo luogo si raggiunge una radura dove un segnale indica il Colle di San Chiaffredo. Si risale quindi il Vallone delle Giargiatte, una grande pietraia dove un sentiero ben segnato porta in una zona aperta e con una vista meravigliosa su molte cime del gruppo del Monviso. Dal Colle San Chiaffredo si raggiunge il passo Gallarino. Scendendo il sentiero si trova in poco tempo un segnale che fa deviare a destra per il Rifugio Alpetto. Seguendo i numerosi segnali bianchi e rossi si raggiunge di nuovo il tracciato dell'anello e toccando prima il Rifugio Alpetto si rientra alla borgata Meire Dacant.

altre annotazioni:
Il Buco di Viso è spesso chiuso dalla neve anche a fine primavera. E' un luogo storicamente importante in quanto è stato il primo tunnel delle Alpi, fatto realizzare dal Marchese di Saluzzo per favorire i traffici dei merci dall'Italia alla Francia.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Monviso (Giro del) da Meire Dacant - (0 km)
Alpetto (Rifugio) da Meire Dacant - (0 km)
Rasciassa (Punta) da Meire Dacant, per la Croce Bulè e il colle di Luca - (0 km)
Viso Mozzo da Meire Dacant per il Vallone dell'Alpetto - (0 km)
Murel (Punta), Testa Rossa, Rocca Nera da Meire Dacant - (0 km)
Murel (Punta) Anello Valloni Alpetto e Bulè da Meire Dacant - (0 km)
Trento (Punta) da Meire Dacant per il Passo Gallarino - (0 km)
Malta (Punta) da Meire Dacant per il Rifugio Alpetto e i Passi Gallarino e San Chiaffredo - (0.1 km)
Dante e Michelis (Punte) dal Vallone dell'Alpetto per il passo San Chiaffredo e il Passo Fiorio Ratti - (0.4 km)
Nera (Rocca) e Rocca Bianca da Meire Dacant, anello per i Rifugi Alpetto e Quintino Sella - (0.4 km)
Alpetto (Rifugio) da Meire Bigoire - (1.6 km)
Bianco (Truc) da Meire Tirolo per la dorsale Gardetta - (1.8 km)
Crosa (Cima di) dalle Meire Bigorie per il Colle di Cervetto - (1.9 km)
Alpetto (Rifugio) da Paschiè - (2.1 km)
Tivoli (Monte) o Bric Arpiol da Oncino e il Monte Cialancie - (2.1 km)
Garitta Nuova (Testa di) da Meire Bigoire - (2.1 km)
Viso Mozzo da Oncino, anello per i Rifugi Sella e Alpetto - (2.1 km)
Sella Quintino e Alpetto (Rifugi) da Paschiè, anello - (2.2 km)
Nera (Rocca) da Meire Tirolo - (2.2 km)
Rasciassa (Punta) e Cima di Crosa da Meire Bigoire, anello - (2.3 km)
Viso Mozzo dall'Alpe Arpiol per il vallone di Pra Fiorito - (2.3 km)
Meidassa (Monte) da Pian della Regina - (3.7 km)
Bianco (Truc) da Crissolo, anello - (3.7 km)
Sbiasere (Rocce) e Rocca Nera da Crissolo - (3.7 km)
Viso Mozzo da Stazione arrivo seggiovia di Crissolo - (3.7 km)