Priora (Monte) Anello dalle Gole dell'Infernaccio

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 850
quota vetta/quota massima (m): 2332
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: giorgio&anna
ultima revisione: 01/07/14

località partenza: Le Pisciarelle (Montefortino , FM )

cartografia: PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI SER

bibliografia: ALESI-CALIBANI PARCO NAZIONALE DEI SIBILLINI. LE PIU' BELLE ESCURSIONI

accesso:
Da Amandola (MC) sulla SS 78, si prende per Montefortino. Prima del paese si trovano le indicazioni per Le Gole dell’ Infernaccio. Si prosegue su asfalto prima e poi su sterrata fino ad una sbarra che chiude la strada. Località Rubbiano, ma non ci sono cartelli.

note tecniche:
Lunga gita che consente una visione completa dei Sibillini e dei suoi diversi ambienti.
Come spesso accade nelle nostre montagne, il sentiero è segnato solo nella primissima parte. (Fino all'Eremo di San Leonardo)

descrizione itinerario:
Si segue la sterrata fino al termine: Le Pisciarelle, 850 m.
Si percorre il sentiero che si addentra nell’ orrido dell’Infernaccio. A quota 940 m. si prende a destra e si raggiunge l’ Eremo di San Leonardo, 1128 m. (1h dall’ inizio del sentiero).
Qui finisce la segnaletica. Dall’Eremo il sentiero è identificato sulla cartina col n° 17, ma non sperate di trovare segni di sorta né tantomeno numeri. La traccia, chiara nel bosco, diviene poi poco evidente, ma sempre identificabile.
Si prende il sentierino a sinistra della fonte (unica possibilità di approvvigionamento di acqua) e dopo pochi metri si imbocca a sinistra un'altra traccia (su un sasso seminascosto dall’erba c’è l’indicazione “Monte Priora”) e dopo poco si entra nel bosco, uscendone in corrispondenza di una sella erbosa, 1390 m.
Si prende il sentiero che va verso sinistra OVEST, al bivio intorno a 1540 si prosegue a sinistra e si raggiungono i ruderi del Casale I Grottoni, 1619 m.
Si affronta la prima parte della cresta SE della Priora zigzagando o su una traccia dritta fino a quota 1820 (2h dall’Eremo). Si prosegue liberamente in cresta senza traccia (qualche ometto) e dopo 1h,30 si giunge in vetta.
DISCESA:
Si prende la cresta NE (a destra della direzione di arrivo) e la si percorre liberamente fino a circa 1800 m. Si identifica sul pendio a destra, versante EST della Priora, un sentiero che lo traversa in piano. Lo si percorre fino al Casale della Priora 1800 m. (1h,30).
Si identifica una traccia che scende verso SE, mantenendosi a sinistra del crestone erboso che delimita a destra il versante e attraversandolo a quota 1600 ca. Da qui possiamo vedere L’Eremo ed il sentiero da cui siamo saliti. A quota 1545, si prende una traccia a sinistra che ci riporta alla sella a 1390 sopra il bosco.
Da qui per il sentiero di salita. (2h,30 fino alle Pisciarelle