Lusiero del Moton Gran Diedro delle Forcioline

difficoltà: 6c / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 2450
sviluppo arrampicata (m): 150
dislivello avvicinamento (m): 1000

copertura rete mobile
vodafone : 20% di copertura

contributors: fantomas
ultima revisione: 01/07/14

località partenza: Castello (Pontechianale , CN )

cartografia: Monviso IGC 1:50000

accesso:
Da Castello (Pontechianale) salire il Vallone di Vallanta e poi entrare nel Vallone delle Forcioline, 200 metri prima di entrare nell'omonimo canale attraversare il torrente e seguire una traccia con ometti che in breve, passando su facili terrazzi, vi porta alla base dell'evidente diedro. 2,30

note tecniche:
Scalata rara per la zona, via trad di concezione moderna, molti tratti a incastro, roccia a tratti non buona e lichenata.

Materiale: si tratta di una scalata in fessura interamente da proteggere, in posto le soste con due spit, cordone e maillon e circa 7/8 chiodi. Portare friend da 0.2 a 5 tipo Camalot, doppi da 0.4 a 3.

descrizione itinerario:
L1: 6b, fessurino tecnico. L2: 6c, completamente a incastro di mano e pugno. L3: 6c, dulfer, incastri e traverso in discesa per arrivare in sosta. L4: 6c, partenza delicata in placca poi diedro verticale. L5: 6a, tetto boulder poi facile fino in cima.

Discesa: da L5 scendere 20 metri fino a una sosta a spit, 55 metri portano ad un'altra sosta che porta a terra in 30 metri.

altre annotazioni:
Prima salita:V. Rudatis, A. Siri e B. Cerruti. Stefano Pellisero e Giorgio Emanuel l'anno ripercorsa, pulendola e attrezzando le soste a spit nell'estate 2013. Liberata da Alberto Fantone e Gianluca Bocca il 1 luglio 2014.