Toules (Aiguille des) parete N

difficoltà: AD   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 3335
quota vetta (m): 3538
dislivello complessivo (m): 300

copertura rete mobile
vodafone : 30% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: mfkeeper paolo3000
ultima revisione: 25/07/16

località partenza: Rifugio Torino vecchio (Chamonix-Mont-Blanc , 74 )

punti appoggio: Rifugio Torino

accesso:
In funivia fino al Rifugio Torino vecchio.

note tecniche:
Non ho trovato descrizioni di questa gita pur piuttosto frequentata, breve e facile.
Si trova un descrizione del couloir NO (con poi indicata esposizione nord-est!!!), che dovrebbe essere più a destra, ma poi la descrizione sembra essere di questa parete, valutandola però D, cosa che non è....non chiaro.
C'è infine una descrizione di sci ripido dello scivolo nord, che però sembra descrivere la più classica NO. Insomma un po' di confusione. Sulla GMI non è descritta!!!!

descrizione itinerario:
Come per le varie Tour Ronde e Aiguille d' Entreves, si risale il col Flambeaux e si ridiscende fino alla base della parete Nord della Toula, evidente seraccata, quota 3270 m. Volendo si può deviare prima scendendo solo una ventina di metri dal col Flambeaux e tagliando così il passaggio della terminale, consigliabile a stagione inoltrata quando la terminale è molto aperta.

Ci sono 2 varianti, una di sinistra con pendio di neve più lungo (un po' più facile, AD) e una di destra con pendio di neve più corto e sezione di misto più lunga (un po' più dura, D).

Variante di sinistra
Si supera la terminale (aperta in stagione inoltrata) e si attacca lo scivolo nevoso con pendenze variabili tra i 45° e i 55°, in tutto 180 m (3450 m). Possibilità di proteggersi con corpo morto su neve, con viti se il ghiaccio è raggiungibile, altrimenti tenendosi sulla destra si possono costeggiare delle roccette che si possono utilizzare per friends e nuts (attenzione però alla qualità della neve vicino alle rocce). Superata una fascia di roccette (sezione di misto) si guadagna la cresta NO, in neve e più abbattuta. Si arriva sulla sommità dello scivolo Ovest dove la cresta NO spiana e si attacca la facile cresta di rocce rotte che conduce in vetta.
Considerare 1.45 dal Rifugio. Consigliata a inizio stagione.

Variante di destra
Si supera la terminale e si attacca lo scivolo fino alla base della prima fascia di roccette (possibile sosta). Si devia sulla destra e poi si risale per la massima pendenza per una sezione di misto (a seconda dell'innevamento affiorano più o meno roccette e ghiaccio) fino a intercettare la cresta NO, in neve e più abbattuta. Da lì come per la variante sinistra in vetta.

DISCESA
Per la normale al Col di Toula est (data F, ma non banale, specialmente con neve), 1 ora al rifugio, o dallo scivolo O, un po' più lunga, ma ancora su neve.