Ciorneva (Monte) dall'Alpe d'Ovarda per il Canalone Centrale

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 1800
quota vetta/quota massima (m): 2920
dislivello salita totale (m): 1120

copertura rete mobile
tim : 40% di copertura

contributors: Teddy
ultima revisione: 11/06/14

località partenza: Alpe d'Ovarda (Lemie , TO )

cartografia: Valli di Lanzo e Moncenisio

accesso:
Da Chiandusseglio (Lemie) in Val di Viù, seguire la strada per Inversigni, S.Bartolomeo e Alpe d'Ovarda fino al tornante a quota 1800 poco prima dell'Alpe stessa dove inizia il sentiero per i Laghi d'Ovarda e Pian del Gioco (segnalazioni). Parcheggio per 2 auto.

note tecniche:
Il Monte Ciorneva appare imponente da Villa di Lemie a dx della Punta Golai alla testata del Vallone d'Ovarda. Il canalone centrale incide profondamente le 2 enormi pareti che sembrano precludere l'accesso al pendio sommitale che sostiene le due vette, la E e la O.
La salita del canalone in assenza di neve non è difficile ma richiede comunque una certa dimestichezza con la roccia che oppone elementari ma continue difficoltà alpinistiche.
Da evitare con nebbia.

descrizione itinerario:
Seguire il sentiero segnato per i Laghi d'Ovarda esclusivamente per attraversare il torrente dopo soli 100mt. quindi lasciarlo per risalire la breve ma ripida sponda.
Ora volgere a monte e senza sentiero ma abbastanza agevolmente, raggiungere la sponda sx idrografica del profondo impluvio del rio che scende dalle pareti del Ciorneva solcate dal canalone visibile.
Seguire sempre il dosso erboso che costituisce il bordo dell'impluvio senza discostarsene molto fino a 100mt di dislivello dalla radice dell'incombente parete.
A questo punto iniziare a traversare a dx in leggera salita per andare ad imboccare l'intuibile canalone (ometti).
Ora l'ambiente diviene spettacolare, ricordando l'Uja di Mondrone, si è rinserrati tra alte pareti, consigliabile il casco. Si risale tutto il canalone seguendo gli ometti con facile arrampicata fino ad un colletto sulla cresta, poi a dx la logica prosecuzione porta ad un secondo più corto canale con bello sperone di ottima roccia gradinata che porta ad un altro colletto con grosso ometto dove arriva dal versante opposto la via normale che da quì verso dx su caratteristica cengia erbosa, adduce alla pietraia sotto la vetta ovest separata dalla est da 200mt di affilata cresta rocciosa.