Bià (Bocchetta) da Piaggiogna

sentiero tipo,n°,segnavia: n. 377
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Est
quota partenza (m): 700
quota vetta/quota massima (m): 1960
dislivello salita totale (m): 1300

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: pinin
ultima revisione: 30/05/14

località partenza: Piaggiogna (Boccioleto , VC )

accesso:
Si può parcheggiare presso il ponte di Piaggiogna, a valle della frazione, stradina in discesa sulla sinistra 500 prima dell'abitato.

note tecniche:
Interessante itinerario alla riscoperta dei passaggi dimenticati fra la Val Sermenza e la Val Grande del Sesia, in questo caso la Bocchetta del Bià (1960 m), che collega Boccioleto (o le sue frazioni superiori) e Mollia.
Il percorso descritto è quello del versante Val Sermenza, con partenza dalla Frazione Piaggiogna di Boccioleto (e rientro da Fervento), molto più agevole ed ancora frequentato, almeno fino all’Alpe Sas del Roc e Laghetti, mentre in relazione separata viene descritto il ben più impegnativo itinerario da Mollia.

descrizione itinerario:
Partenza dal parcheggio (m 700) a valle di Piaggiogna, sulla sponda sinistra del Sermenza, che si attraversa sul bel ponte ad arco in pietra. Si imbocca immediatamente l’ampia mulattiera in selciato a gradoni che porta a Palancato, con il grazioso Oratorio affrescato dedicato a San Quirico (m 824).
Svolta a sinistra alla fontana con mulattiera ancora abbastanza agevole verso il Santuario della Madonna del Sasso (m 1257). Di qui in breve, con sentiero poco più impegnativo, all’Alpe Selletto (m 1374).
Oltrepassato il bivio che rientra verso Fervento (segnavia 378) e poco dopo quello del 376, si prosegue sul segnavia 377 in direzione dell’Alpe Sas del Roc (m 1680), e quindi sulla sinistra all’Alpe Laghetti (o Sas del Roc di Sopra) (m 1790).
Il sentiero diviene quindi disagevole, a tratti paludoso e coperto da vegetazione arbustiva, ma la direzione rimane evidente e la bocchetta si raggiunge senza particolari difficoltà. Dalla bocchetta, sul versante opposto della Valsesia, il ripido ed esposto sentiero verso Mollia, assolutamente sconsigliabile in discesa in caso di pioggia. Ritornando invece per l’itinerario di salita, giunti all’Alpe Selletto si può svoltare a sinistra sul segnavia 378, oltrepassare l’Alpe Rogo (m 1280) e rientrare verso Fervento.