Sergent Tsunami

difficoltà: 6a+ / 5b obbl
esposizione arrampicata: Sud
quota base arrampicata (m): 1400
sviluppo arrampicata (m): 150
dislivello avvicinamento (m): 200

copertura rete mobile
vodafone : 100% di copertura

contributors: Nodoinfinito
ultima revisione: 28/05/14

località partenza: Campeggio La Peschiera (Ceresole Reale, TO) (Ceresole reale , TO )

accesso:
Come per il Nautilus, dall'attacco di questo seguire una placca inclinata che va verso destra, superare un restringimento poi salire brevemente la placca (ci si trova vicino alla sosta del primo tiro di Diago) puntando a una strettoia con dei massi incastrati, passarci attraverso e risalire il prato fino all'attacco sotto un piccolo tetto (chiodo e cordone visibili).

note tecniche:
Friend da 0.3 a 3 BD, set di nut, utili chiodi per i tiri di artif o martello per ribattere quelli presenti.

descrizione itinerario:
L1: con un passo difficile (azzerabile) si raggiunge una bella lama che si segue fino al primo albero sulla destra dove si sosta. 6a+ poi 5a, 20 m.

L2: facile diedrino poi salto verticale, si sale su qualche teppa, si raggiunge una bella fessura perfettamente dritta che si segue fino alla fine alla base di un diedro. Sosta da attrezzare. 4c, 20m.

L3: si sale l'evidente diedro uscendo sulla grossa cengia. Sosta su albero. 5b, 20m.

L4: Si risale la cengia traversando verso destra, si giunge a tre diedri affiancati, si sale quello centrale (a sx c'è lo spit di un'altra via) che si guadagna con una facile placca sprotetta. Qui inizia l'artificiale per superare il tetto (3 ch.), e gran parte del diedro (fattibile in libera, solo da pulire). Sosta su chiodi, 5c e A2, 30m.

L5: continuare nel diedro seguendo una fessura che traversa sotto un tetto poi si raddrizza ed esce su una cengia (2 ch.). A sx si trova la sosta a spit di don't worry be wet. 5b e A1, 20m.

Discesa: con una doppia da L5 fino al cengione, poi un'altra dall'albero di L3 fino alla base.

altre annotazioni:
Il diedro superiore probabilmente era stato già salito: Via salita in due riprese da A. Lolli, F. Ventre e A. Barone nella primavera 2014