Piz (Monte) da Le Marche

sentiero tipo,n°,segnavia: sent. 840-846
difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 330
quota vetta/quota massima (m): 1460
dislivello salita totale (m): 1150

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: lancillotto
ultima revisione: 26/05/14

località partenza: Le Marche (Alano di Piave , BL )

cartografia: Carta Tabacco 051 - massiccio del Grappa

accesso:
Da Alano seguire le indicazioni per il Monte Tomba. Dopo il paese la strada diventa stretta ma ben percorribile fino a vedere dopo circa km 2 il segnavia Cai. Qualche piazzola per parcheggio.

note tecniche:
escursione poco interessante nella parte bassa, molto remunerativa da Malga Fossa in poi in quanto si svolge su ampie dorsali prative molto fiorite in questo periodo.

descrizione itinerario:
Da Alano seguire la strada provinciale del Monte Tomba per circa km 2. A un bivio a dx si vede il segnavia. Lasciare l'auto (qualche piazzola) e salire x stradetta poche centinaia di mt poi per sentiero ripido nella vegetazione.
Si esce nei pressi di una casa con prato, si continua a lungo per la stradicciola nel bosco fino a trovare a dx il sentiero che porta ai pascoli di Casera Fossa. Per dorsale prativa molto panoramica, boscheti di faggi e mulattiera fino a Malga Barbeghera mt 1198. Si continua fino al vicino m. Palon e per sentiero su lunga dorsale a Malga Piz e alla sommità del M. Piz mt 1461.
Vasto panorama sulla pianura e il massiccio del Grappa e le Vette Feltrine. Ritornati nei pressi della Malga Piz, si può calare direttamente alla sottostante malga Paradiso, visibile sull'altro versante: la discesa senza sentiero evita un lungo giro per stradetta. Da questa malga lungo una strada in lieve discesa si raggiunge dopo circa km 1,2 Malga Camparona.
Qui nuovi segnavia molto dettagliati. Il ns sent. 846 entra in un bel bosco di faggi in lieve salita per poi calare ripido e assai scomodo verso il fondovalle. Qui giunti si segue la strada che in lieve pendenza in circa km 2,5 arriva alle prime frazioni Alano (San Lorenzo, Calonega).
Varie fontane di ottima acqua sul percorso. A un grande capitello sulla dx. dedicato a una suora locale, si prende a dx la stradetta non asfaltata che scende ad attraversare il torrente Ornic e risale ripidamente l'altro versante. Da qui in 5' al punto di partenza.