Miletto (Monte) Normale Sud-Est

sentiero tipo,n°,segnavia: 150
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1015
quota vetta/quota massima (m): 2050
dislivello salita totale (m): 1100

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Andrea De Filippo
ultima revisione: 23/04/14

località partenza: Chiesa di San Michele (Piedimonte Matese , CE )

bibliografia: http://www.vienormali.it/montagna/cima_scheda.asp?cod=1601

accesso:
Da Miralago prendere in direzione Letino, costeggiare il lago del Matese, oltrepassare la diga e dopo qualche centinaio di metri prendere la stretta stradina asfaltata sulla destra che porta con un emiciclo dall'altro lato del lago. Fermare la macchina all'altezza della piccola chiesetta di San Michele (sulla sinistra) circondata da pini. Il sentiero parte alle spalle della chiesetta.

note tecniche:
Scarpe da trekking e k-way obbligatori. Portarsi acqua per 5-7 ore di cammino. Nel primo periodo primaverile, causa presenza di nevai, sono utili ghette e guanti.

descrizione itinerario:
Partenza dalla chiesetta di San Michele seguendo i bollini bianco-rossi. Dopo i primi 50 m su asfalto, girare a destra dove inizia il sentiero (ben segnalato da tabella) comune alla salita per la Gallinola per il Vallone di San Massimo. Si sale su una traccia individuabile dai bollini bianco rossi passando da vegetazione rada a boschetto fino a giungere all'alta valle dell'Esule dopo circa 450 m di dislivello. Qui dopo una brevissima discesa piegare a sinistra all'altezza di resti/ruderi di edifici in pietra, tralasciando la traccia a destra che porta all'Esule e alla successiva salita alla Gallinola. Al suddetto bivio iniziano a scarseggiare le indicazioni date dai bollini bianco-rossi e la vegetazione rada può rendere poco intuibile il sentiero. Tenere la direzione NW nei primi metri di salita per poi imboccare il sentiero a mezza costa che aggira il costone roccioso fino a giungere al Colle del Monaco dove, di fronte, si apre la vista sul versante sud del Miletto. Il sentiero è per un breve tratto praticamente in piano attraversando un piccolo pianoro carsico in direzione N. Al termine del pianoro ci si affaccia sull'ampia distesa di Campo dell'Arco (1560m)caratterizzato dall'arco in pietra e dall'inghiottitoio sul lato sinistro. Dal centro del campo si può optare o di salire sul versante destro per una via meno ripida oppure di salire in direzione N per la via non segnata ma facilmente intuibile tenendosi a sinistra del piccolo vallone alla base del Miletto. Si risale su roccette per circa 250 m fino ad un piccolo pianoro localizzato pochi metri prima di giungere alla selletta Forca di Cane (1900m). Da qui parte l'ultima rampa finale di 200 m per giungere alla vetta, prendendo di petto il tracciato evitando di passare sui tratti in pietra (particolarmente scivolosi). Si può prendere come riferimento una balza rocciosa posta a 1950m e tenersi alla sua destra. Da lì salendo a zig-zag e puntando verso NE si giunge in vetta dopo pochi minuti.
Discesa per il percorso di salita prestando attenzione alla primissima parte.