Casse Blanche (Sommet de la) per il canalone di Roche Noire

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Est
quota partenza (m): 1857
quota vetta/quota massima (m): 2914
dislivello totale (m): 1060

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Enzo51
ultima revisione: 22/04/14

località partenza: Fontcouverte (Névache , 05 )

punti appoggio: Rifugio La Fruitiere

cartografia: DR Haut-Dauphine', Ecrins

accesso:
Risalita la Valle di Susa, si ntraversa il Monginevro scendendo poi in direzione di Briancon fin presso la Vachette, dove si prende il bivio a dx per Nevache. Continuare oltre fin dove la neve lo consente. Nel periodo su indicato, in genere fine aprile-maggio spesso si lascia l'auto ca. 6 km oltre Nevache fino agli Chalet di Fontcouverte.

note tecniche:
L'itinerario percorre il bello e poco frequentato canalone di Roche Noire, gia' ben visibile dalla strada dopo Nevache, a destra delle pareti del Queyrellin. La Sommet de la Casse Blanche e' la quota piu' alta della omonima cresta situata ca. 600m a est della Tete de la Cassille. Sono necessarie neve sicura e una partenza molto mattutina, data l'esposizione. Infine si noti che se non si arriva in auto (causa neve) almeno al punto di partenza su indicato, l'itinerario perde di interesse.

descrizione itinerario:
Si continua lungo la traccia della carrozzabile che risale la Valle di Nevache per ulteriori 2.5 km oltre Fontcouverte, fino al bivio a sx x Roche Noire, 1980 m (cartello indicatore;( in stagione avanzata si puo' arrivare in auto fino a questo punto).Si segue a sx la strada della carrareccia che, superato il torrente su un ponte, pianeggia brevemente verso sx e raggiunge i vicini Chalet di Roche Noir. Si continua verso ovest, traversando un primo e un secondo valloncello, fino a pervenire al breve ripiano di quota 2100 circa. Si tratta ora di superare i pendii boscosi sovrastanti, piuttosto ripidi, giungendo al successivo breve ripiano a quota 2250. Un ulteriore breve impennata, che si sale poggiando verso sx, porta infine all'evidenta conca a quota 2400 ca., proprio sotto le imponenti pareti rocciose del Queyrellin, dove sbocca il gran canale di Roche Noire. Si imbocca il canale che sale sulla dx (direzione nord ovest). Sopra i 2600 m esso si fa meno ripido e sbocca infine nella profonda conca finale, a quota 2700 ca. Si salgono dunque i pendii sovrastanti, via via piu' ripidi, fino a pervenire in cresta, subito a dx (nord) della vetta. Questa viene raggiunta in pochi istanti, a piedi su facili rocce miste a neve. (ore 3.45).