San Bernolfo (Guglia di) da Strepeis

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1281
quota vetta/quota massima (m): 2600
dislivello totale (m): 1320

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: matte978
ultima revisione: 21/04/14

località partenza: Strepeis (Vinadio , CN )

cartografia: IGC foglio 112 - Valle Stura scala 1:25.000

accesso:
Da Bagni di Vinadio raggiungere in breve la frazione di Strepeis dove in inverno la strada viene chiusa. A stagione avanzata o con scarso innevamento la strada viene via via liberata fino a Callieri o San Bernolfo.

note tecniche:
Percorso che presenta, nella sua parte intermedia, l'impegnativa risalita del Chiot della Roccia un canalone di circa 250-300 mt di dislivello, via via più stretto e ripido che occorre affrontare con neve assolutamente sicura (tratti a 35°/40°).

descrizione itinerario:
Da Strepeis seguendo la pista di fondo si raggiunge la successiva frazione di Callieri e da qui, salendo lungo l'it. estivo (strada) fin poco sotto San Bernolfo. Senza raggiungerlo si attraversa il ponte sul Rio Ischiator e, appena oltre, sulla nostra destra si apre il Chiot della Roccia. Risalitolo si esce su una conca a circa q. 1950.
Da qui si appoggia a destra risalendo un pendio ripido alla base di una barra rocciosa e si raggiunge un'altra conca a ca. 2100 m. Un'ulteriore ma più facile salita conduce sul fondo del vallone che porta all'anfiteatro fra la Rocca di San Bernolfo e la Guglia.
Seguendo al meglio il terreno e poi poggiando a sinistra fin sotto i pendii orientali della Rocca si arriva alla base dell'evidente pendio canale che conduce alla sella di q. 2550 dove passa il sentiero estivo. Si risale il pendio canale, breve ma ripido (ca. 40°) fino alla forcella. Qui conviene lasciare gli sci e proseguire a piedi sul versante Seccia (ramponi utili) verso la croce metallica della Guglia di San Bernolfo(sulla sella 2550 indicazioni per Croce Magnificat).
Discesa per lo stesso it.
In caso di cattive condizioni, dal ponte presso San Bernolfo, si può compiere un giro più ampio che passa per il Rif. De Alexandris - Foche e raggiungere l'it. descritto a q. 2200 ca. seguendo grosso modo il percorso estivo.