Erna (Pizzo d') - Punta Centa Via Mariet

difficoltà: 6c+ / 6a obbl
esposizione arrampicata: Ovest
quota base arrampicata (m): 1030
sviluppo arrampicata (m): 150
dislivello avvicinamento (m): 400

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ziocharli
ultima revisione: 16/03/14

località partenza: Funivia per i Piano d'Erna (Lecco , LC )

punti appoggio: Rifugio Stoppani

bibliografia: http://larioclimb.paolo-sonja.net/falesie_lecco/puntacenta/index.html

accesso:
Dal piazzale della funivia per il sentiero nr. 1 fino al rifugio Stoppani. Da quest'ultimo si prende il sentiero in direzione di un casolare e si continua fino ad incrociare l'uscita dal primo tratto della Ferrata Gamma 1.
Ancora per sentiero fino alla base del pilastro della Punta Centa (scaletta), quindi in discesa seguendo una corda fissa fino
all’inizio della via. 50 minuti circa. la via è la seconda che si trova scendendo, proprio al termine della fissa.

note tecniche:
Per una ripetizione sono sufficienti 15 rinvii e una corda singola di almeno 60 metri. La scalata può essere interrotta in qualsiasi momento anche dopo il traverso con calate attrezzate di 25/30 metri.

descrizione itinerario:
L1 - 5c, 20m
Placchetta appigliata fino a sostare su un terrazzino sulla destra.

L2 - 6b+, 30m
Verticalmente per bella placca tecnica e continua fino ad un terrazzino oltre il quale si prosegue ancora qualche metro stando sulla destra.

L3 - 5c/6a, 25m
Traversare seguendo la corda fissa fino ad una scaglia di roccia e salire verticalmente per qualche metro; infine obliquare verso destra su roccia un po' delicata andando a sostare alla base di un vago spigolo arrotondato.

L4 - 6b, 25m
Qualche passo di decisione lungo un pilastrino, quindi per roccette più facili.

Breve raccordo verso destra su corda fissa.

L5 - 6c+, 25m
Bella placca, con sezione fisica di continuità e passi obbligati.

L6 - 6c, 25m
Qualche metro verticale sopra la sosta fino ad un passo obbligato di decisione su bombè, poi si continua verticalmente lungo una vaga fessura aggettante nel primo tratto; ultimi metri per placca verticale ed esposta. Roccia un po' delicata in alcuni punti.

DISCESA
L'ultima sosta è ad un paio di metri dalla catena della ferrata (attenzione!) che se seguita in discesa conduce all’attacco della via, altrimenti in cima ai Piani d'Erna.

altre annotazioni:
Aperta da G. Rocchi e soci del CAI di Calolziocorte. Dedicata a Mario Conti detto "Mariet".