Traversata da Caldirola a Carrega Ligure

tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: MS   [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Tutte
quota partenza (m): 1000
quota vetta/quota massima (m): 1700
dislivello totale (m): 1600

copertura rete mobile
tim : 40% di copertura

contributors: valerio82
ultima revisione: 09/03/14

località partenza: Piazzale funivia Caldirola mt Gropà Fraz La Gioia (La Gioia , AL )

punti appoggio: Ristorante Capanne di Cosola

accesso:
Da Tortona proseguire per la località di Caldirola (Val Curone), giunti all'abitato proseguire fino alla frazione La Gioia dove si trova la Funivia che sale al mt.Gropà.

descrizione itinerario:
Dal piazzale della funivia risalire la pista numero 3 fino a quando devia verso destra (grossa pianta che divide in due rami la pista), da qui inoltrarsi a sinistra nel bosco (evidente passaggio)e risalire abbastanza verticalmente fino in cresta,svoltare a sinistra e proseguire sempre in cresta fino alla cima del mt Panà (1599), segue il mt Cosfrone(1667), breve discesa per poi risalire sulla cima del mt Ebro(1700). Da qui togliere le pelli e sciare l'evidente costone esposto a ENE fino al limite del bosco, scendere a E ancora un bel pendio fino alla strada che sale alla sella evidente tra Ebro e Chiappo (Bocche di Crenna 1518).
Ripellare salire quindi alle Bocche e per cresta alla cima del Chiappo (1699). Togliere le pelli tornare un poco indietro sulla cresta appena percorsa e scendere nella bellissima valletta a SW fino a circa 1450, ripellare e riguadagnare la cresta,togliere le pelli e scendere in direzione S fino al valico di Capanne Di Cosola (albergo ristorante Capanne Di Cosola).
Da qui aggirare a sinistra il ristorante e proseguire sempre in direzione S (si seguono i segnavia CAI rosso/bianco) attraversare un piccolo boschetto e portarsi sulle cime del Cavalmurone(1672)e Legnà(1669).
Da qui sciare sull'evidente dorsale e risalire sulla cima successiva, il Poggio Rondino(1630), togliere ancora una volta le pelli e scendere per poche centinaia di metri,ripellare e risalire, anche nel bosco, sempre seguendo i segnavia CAI, fino a trovarsi nell'ultimo tratto di cresta un po ripida che conduce direttamente alla sommità del mt. Carmo (1643).
A questo punto togliere per l'ultima volta le pelli per godersi la discesa del bel pendio in direzione W (dopo il primo tratto giunti ad un punto dove la pendenza diminuisce deviare leggermente a destra WNW per passare in un corridoio molto ampio tra il bosco).
Giunti a quota 1275 circa deviare a sinistra e seguendo un'evidente stradina si arriva alla Stalla a quota 1180 dove si incrocia la SP147 che sale da Carrega Ligure. Da qui si può ritornare a Caldirola per l'itinerario appena percorso(sconsigliato) oppure tornare in auto passando per l'abitato di Carrega,Cabella Ligure, Cantalupo Ligure deviando a destra per Giarolo, Morigliassi e poi Caldirola.