Laglio (Poncione di) o Colmegnone da Germanello

sentiero tipo,n°,segnavia: blu-rosso
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 270
quota vetta/quota massima (m): 1383
dislivello salita totale (m): 1113

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
altri : 100% di copertura

contributors: emanuele_80
ultima revisione: 13/02/14

località partenza: Germanello (Laglio , CO )

cartografia: Kompass n°91 - 105

bibliografia: Prealpi Lombarde Occidentali (Idea Montagna)

accesso:
Da Como Statale Regina per Menaggio sino a Laglio, dove si prende la breve deviazione che a sinistra conduce a Germanello (270 m), piccolo parcheggio.

note tecniche:
Il Colmegnone o Poncione di Laglio è una sommità erbosa molto panoramica raggiungibile lungo l’ameno e frequentato versante nord ovest (presenti anche due rifugi) oppure per il selvaggio e dirupato costolone sud est, il cui itinerario è descritto qui di seguito.
Il monte è popolato da una ricca fauna, in particolare da una comunità di camosci che vive le zone più scoscese della cima e i boschi sottostanti. In vetta, nelle giornate terse, si gode di un'ampia visuale sul Lago di Como e su buona parte dell’arco alpino. Sulla sommità è presente una croce in legno posta dalla sezione CAI di Moltrasio.

descrizione itinerario:
Dal parcheggio si entra nella frazione risalendola interamente per poi proseguire su ripida mulattiera che in 40 minuti ca. conduce ai Monti di Germanello, affacciati sul lago. Risaliti all’ultima baita, si continua in forte pendenza, segnavia blu e rossi, superando numerosi tornanti e lasciando a destra un piccolo alpe, per giungere infine ad una sorta di altarino con foto della Madonna.
Da qui in breve si rientra nel bosco salendo decisamente, su terreno infido se bagnato, fino ad uscirne nei pressi di una lingua di noccioli che si costeggia fino alla fine. In spazio aperto si risale a sinistra la dorsale seguendo i radi bolli rossi sui sassi, dopodiché su traccia migliore con bel mezzacosta si raggiunge la cresta NE, lungo la quale in circa un quarto d’ora si arriva alla croce di vetta.