Almanzòr del Moro (Q.2591) dal Rif.Elola

L'itinerario

difficoltà: EE/F   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1900
quota vetta/quota massima (m): 2591
dislivello salita totale (m): 691

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: annibale
ultima revisione: 26/09/09

località partenza: Piattaforma di Gredos (Navarredonda de Gredos , Provincia di Ávila )

punti appoggio: Rifugio Elola

cartografia: MPT Espana 1:25000 577-2 (Laguna grande)e 577-4 (El Raso)

bibliografia: Gredos:Vidal,Frìas

note tecniche:
Da Hoyos del Espino (provincia di Avila) si raggiunge per strada locale asfaltata, la piattaforma di Gredos,in località Escaleruelas.
Parcheggiata l'automobile,si sale per un largo sentiero al Prado de las Pozas;si attraversa la grande piana in direzione Ovest,si supera un ponte in cemento e si continua per sentiero fino a sorpassare la Cuerda del Cuento (Q.2170) arrivando alla meseta de los Barrerones (magnifico panorama su tutto il Circo di Gredos).Si scende fino alla Hoya de Gredos,occupato dalla "Laguna Grande",che si contorna per il lato dx orografico,pervenendo infine al Rifugio Elola.

descrizione itinerario:
Dal Rif. si segue il sentiero per l'Almanzor che conduce inizialmente alla Hoya de Antòn.
Si prende il canale di Portilla Bermeja,alla metà del quale si incontra abitualmente,anche a fine estate,un grande nevaio.Poi si gira a dx,direzione Ovest,per il profondo canale della Portilla del Crampòn (non visibile dal basso,nè dal Rif.) che divide l'Almanzòr in due metà e che presenta una pendenza di 45°.
Raggiunta la Portilla del Crampòn ci si affaccia sui pendii Ovest dell'Almanzòr,che precipitano scoscesi per 2.000 m. di dislivello sulla valle del Tiètar.
Dalla Portilla del Crampòn si traversa in direzione Nord-Ovest sotto la Cuspide sommitale dell'Almanzòr.La cuspide è formata da una muraglia intrecciata di grossi blocchi dal colore scuro,quasi nero.
Si affronta la cuspide sommitale mediante arrampicata (esposta) con passaggi di II°-III°.La vetta è caratterizzata da un segnale trigonometrico in cemento e da una croce in metallo.