Bordevolo (Punta) dal Colletto di Bossola per la cresta SSE e la Bura at Pël

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1327
quota vetta/quota massima (m): 2619
dislivello salita totale (m): 1800

copertura rete mobile
altri : 20% di copertura

contributors: Blin1950
ultima revisione: 19/11/13

località partenza: Colletto di Bossola (Vico Canavese , TO )

cartografia: Mu Edizioni - Carta della Valchiusella

accesso:
Risalendo la Valchiusella, seguire le indicazioni Trausella e poi Inverso, poco dopo su una curva vi è un bivio, salire a destra su stradina asfaltata che diventa sterrata negli ultimi 2 km. prima del Colletto di Bossola.

note tecniche:
Il percorso avviene su un primo breve tratto di sterrata, poi su traccia del vecchio sentiero fino alle Alpi Loetto, segue un tratto di misera traccia, con qualche omino in pietra e qualche bollo di vernice prima bianca e poi rossa, fino a giungere alle baite Trucca di Pël m. 1870; oltre il percorso avviene praticamente in assenza di sentiero in ambiente molto selvaggio, dove occorre procedere a vista scegliendo al meglio il percorso; quindi sono necessarie buone condizioni di visibilità, sconsigliabile con presenza di nebbia.

descrizione itinerario:
Dal Colletto di Bossola seguire la sterrata in leggera discesa che raggiunge la baita Acqua Bianca, continuare su sentiero passando le baite La Las ed in zona Rabler inizia a scendere, attraversa il Rio Biola, passa a monte dei ruderi di Saler, attraversa il Rio Saler ed altri rii minori e giunge all’antica borgata dell’Alpe Loetto. Si sale prima fra le case poi sul retro verso il rio, si attraversa l’acqua e si risale sopra la dorsale, si risale un tratto di dorsale passando nei pressi di una lapide, che ricorda un giovane morto due giorni dopo aver compiuto 20 anni…, cambia verso si riattraversa nuovamente i due rii e si attraversa un piano molto umido denominato Pian Lascas, si risale aggirando a sinistra il crinale denominato Croas, qualche bollo di vernice bianca e si raggiunge la baita posta più in alto sul crinale; dalla baita, nuovamente bolli di vernice bianca, si segue la traccia che con un lungo traverso raggiunge e supera la baita Trova m. 1583 e giunto in prossimità del Rio Savenca, a destra occorre cercare la misera traccia che risale un pendio d’erba e va ad attraversare il rio risalendo il lato opposto, dove per un tratto ricompare una traccia di sentiero accompagnato da bolli rossi di vernice e con alcune giravolte raggiunge le baite Trucca di Pël m. 1870. Ora dalla baita più in alto, si piega a destra, si attraversa il rio, si risale il pianoro e seguendo una traccia di animali si va a contornare la balza rocciosa alla base, si continua a salire e si giunge ad una seconda conca dove si piega a destra, si risale passando nei pressi di altre baite, si sale a superare una bassa fascia rocciosa e piegando a sinistra, si ritrova una traccia di vecchio sentiero che conduce ai resti delle baite Pere Bësse. Risalire il valloncello a monte dove scorre un minuscolo rio, poi ormai in vista del colle, si punta nella sua direzione seguendo al meglio il percorso.
Giunti al colletto, seguire una traccia di animali che per cresta raggiunge una balza con infissa al suolo una piccola croce in ferro, proseguire su cresta aggirando qualche passo meno facile, giunti al cambio brusco di pendenza della cresta, seguire la magra traccia di animali che si sposta sul versante Codebiollo e risale zizagando il ripido pendio, raggiungendo il bordo della pietraia posta sotto la vetta; risalire brevemente il tratto di pietraia e raggiungere il punto culminante della Punta Bordevolo. Si può fare ritorno sul tracciato di salita, ma è sicuramente più remunerativo fare ritorno per la cresta est raggiungendo la Cima Las Rubbia m. 2429, scendere la cresta nord-est di quest’ultima fin verso quota 2300, dove il grande placcone rossastro (Rubbia) è solcato da una cengia erbosa inclinata, si scende lungo quest’ultima, si attraversa pressoché in piano puntando un grande masso pianeggiante, raggiuntolo si scende un tratto di pietraia e poi erba e si raggiunge il Colle della Buffa o della Las Rubbia; da questo si sale in breve alla cima del Gran Munt, dal quale per cresta si raggiunge il Monte Lion e proseguendo su sentiero segnato si raggiunge l’Alpe Laser e da questo, su sentiero sistemato di recente, si raggiunge la sterrata del Moriondo ed in breve si ritorna al punto di partenza chiudendo un gran bel giro ad anello.

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Bordevolo (Punta) dal Colletto di Bossola per la cresta SSE e la Bura at Pël - (0 km)
Gran Munt Anello dal colletto di Bossola - (0 km)
Rubbia (Cima la), orient. e occid. da Colletto di Bossola - (0 km)
Pal (Cima) e Punta Rama da Colletto di Bossola - (0 km)
Gran Munt e Monte Lion dal Colletto di Bossola, anello per il Colle Savenca - (0.1 km)
Prafourà (Punta) e Monte Cavallo dal Colletto Bossola per l'Alpe Cavallo e Colle d'Asnì - (0.1 km)
Lion (Monte) dal Colletto Bossola, anello per l'Alpe Moriondo - (0.9 km)
Osservatorio Faunistico Valchiusella da Inverso - (2.4 km)
Lion (Monte) da Inverso per il crestone Est - (2.4 km)
Cappia (Piani di) Anello Inverso-Talorno-Succinto-Sentiero delle anime - (2.4 km)
Gran Munt e Monte Lion dal Pian delle Nere - (2.7 km)
Verzel (Punta) e Punta Quinseina o Quinzeina da Pian delle Nere, anello di Cresta - (2.7 km)
Verzel (Punta) dall'Alpe Frera - (2.7 km)
Bersella (Punta) da Pian delle Nere per il Piano dei Francesi - (2.8 km)
Bossola (Cima) da Pian Benecchio - (2.8 km)
Lupo (Bocchetta del) da Traversella per il Rifugio Chiaromonte - (3.1 km)
Feumunt (Bec di) da Traversella - (3.1 km)
Bertolino (Becchi di) da Traversella - (3.1 km)
Trucca (La) Anello dal ponte sul Rio Tarva - (3.1 km)
Pianello (Punta del) da Traversella, anello - (3.1 km)
Binej (Bec dei) da Traversella per il Sentiero della Transumanza e GTA - (3.2 km)
Moriondo (Punta) da Chiara, possibile anello - (3.3 km)
Ponton del Camoscio da Chiara - (3.3 km)
Prafourà (Punta) e Monte Cavallo da Pian della Nere - (3.3 km)
Anello la via dei Cantoni da Chiara - (3.3 km)