Mongrando (diga di) anello per la Bessa da Cerrione

difficoltà: MC / MC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 285
quota vetta/quota massima (m): 540
dislivello salita totale (m): 850
lunghezza (km): 33

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: franco@A
ultima revisione: 15/11/13

località partenza: Cerrione (Cerrione , BI )

punti appoggio: Cerrione Netro Mongrando

cartografia: Il Biellese sud/occidentale 1:2500 foglio n.3 ed:prov di Biella

note tecniche:
Il percorso si snoda sulle pendici collinari del Biellese, attraverso la Riserva Natiurale delle Bessa, andando a compiere un ampio giro attorno al bacino della diga di Mongrando (diga dell’Ingagna) anche se il bacino è poco visibile per la folta vegetazione e l’impossibilità di percorrerne il perimetro. Il percorso è segnalato solo nel tratto che attraversa la riserva naturale.
Si sviluppa per ~33km di cui 85% sterrato con un disl tot di ~850m tutto ben pedalabile con alcuni strappi salita per un impegno medio.
Si consiglia l’uso della traccia GPS: “Mongrando (diga di) anello per la Bessa da Cerrione”.

descrizione itinerario:
Da Cerrione, al parcheggio nei pressi dei campi da tennis, si sale verso nord per poche decine di metri (fra le case); si inizia (paline segnaletiche GtB – S3) su sterrato a tratti “duro” per la presenza di fondo pietroso, caratteristico del posto. Si percorre il tratto mediamo della Riserva Naturale della Bessa “Strada della Mezza Bessa” raggiungendo da prima una ampia area pianeggiante alla quale confluiscono diversi itinerari (grande pannello con cartografia) proseguendo si attraversano arre successive di accumulo dei sedimenti, si raggiunge lo stadio aurifero (dove si svolgono le competizioni dei cercatori d’oro) e la successiva area del centro visite in regione Vermogno.
Proseguendo verso nord (GtB), a breve, si percorre un tratto in lieve pendenza molto scorrevole sino a raggiungere un ampio sterrato (punto di passaggio per il ritorno) che conduce sino alla cava di Mongrando, si supera un ponticello, alla rotonda si prosegue diritto fra le case di Mongrando, si svolta a sx (seguono le indicazioni GtB) per poi svoltare a dx (stradina stretta - via Favre) sino a raggiungere sulla sx la ripida salita di via Ceresane.
Raggiunta la chiesa che si trova sulla sx si scollina proseguendo per via Netro, trascurando le deviazioni sino all’indicazione “via per Netro” (se si prosegue si è in via Truccobello) si svolta a dx sullo sterrato per un tratto in salita e poi a scendere un lungo e bel tratto nel bosco sino a raggiungere il ponticello sull’affluente del torrente l’Ingagna, che alimenta il bacino della diga.
Si sale ora seguendo sempre la ripida stradina che porta a raggiungere Netro al cimitero, superato di poche decine di metri si svolta a dx con indicazioni “via Colla, reg, Morello”, si procede ora su sterrato mantenendo il principale (dir a sx); attraversato un ponticello si risale lievemente raggiungendo l’asfalto e il borgo di Colla di Netro. Dal frontale della chiesa si prosegue con indicazione “Officina Gastaldi” .
Procedendo, senza deviazioni, si giunge ad un incrocio su un dosso dove occorre svoltare a dx (sullo sterrato) con segnavia MTB 5, salendo così lievemente per riscendere marcatamente sino alle case e alla chiesa di Aral Grande; procedendo, su asfalto sulla sx della chiesa, si scende marcatamente e velocemente verso Mongrando. Raggiunto un ampio incrocio con al centro un monumento ai caduti si svolta a dx e alla prima ancora a dx raggiungendo e oltrepassando un ponticello.
Superato, si procede sullo sterrato GtB e si entra in Mongrando, qui a dx si ritrova la salita di via Ceresane (imboccata all’andata, ora da trascurare); si prosegue a ritroso sino alla grande cava di Mongrando e da qui ci si mantiene sempre sulla sterrata principale che scorre alla dx orog del torrente Elvo (sx seno di marcia) e alla dx del confine del parco della Bessa; raggiungendo in breve Cerrione dove termina l’escursione.