Steuna (Colle) giro delle borgate da Santa Margherita

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 1325
quota vetta/quota massima (m): 1590
dislivello salita totale (m): 500

copertura rete mobile
vodafone : 60% di copertura

contributors: griso50
ultima revisione: 05/11/13

località partenza: Santa Margherita (Dronero , CN )

punti appoggio: Rifugio Partigiano ANPI Detto Dalmastro S. Margherita di Dronero

cartografia: Fraternali 25000 n.12 - IGC 50000 Valli Maira Grana Stura

bibliografia: I SENTIERI DELLA LIBERTA' IN PROVINCIA DI CUNEO

accesso:
Da Dronero a sx per frazione Tetti e poi seguire le indicazioni per Margherita. strada chiusa in inverno negli ultimi 2 km, a borgata Allione

note tecniche:
Percorso ad anello di circa 14 km tra vecchie borgate in gran parte su sentiero ben tracciato e su strada; da borgata Assarti al colle Steuna tracce di sentiero nella boscaglia, necessario un buon senso dell'orientamento

descrizione itinerario:
Partendo dalla chiesa di Margherita si risale verso il rifugio (museo partigiano); nella curva prendere a sx il sentiero che porta al colle, (monumento a Duccio Galimberti e Jean Lippmann). Procedendo verso SW entrambe le stradine portano ad Assarti, sull'altro versante della comba. Di qui prendere in cresta, seguendo le tracce scarse e, tenendosi verso W, procedere verso l'insellatura del colle Steuna(1590 mt)Dal colle bella vista sullo spartiacque Maira Varaita a N. Qui si trova il sentiero S3 (segnavia bianco/rosso) e lo si segue a scendere in direzione SW arrivando al lago vicino alle grange Gourc. Si procede ora su strada sterrata fino a Girardi, dove si prende un tratto di rotabile asfaltata, sempre in discesa, passando a Saretto (affreschi) e Filoira. Nella curva successiva a dx inizia il sentiero (sempre segnavia bianco/rosso) che attraversa in leggera risalita nel bosco tutto il vallone di Moschieres e riporta al colle Margherita (circa 3 km). Da notare la borgata Bedale, appena lasciata la strada asfaltata, e i resti di un mulino al rio Albert.

altre annotazioni:
Si attraversano le borgate e le zone della guerra di Liberazione: ad Assarti fu stampato il primo numero di Giustizia e Libertà e a Margherita aveva il comando Detto Dalmastro.