Disgrazia (Monte) Via Normale della cresta Ovest-Nord-Ovest (cresta di Pioda)

difficoltà: PD+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1955
quota vetta (m): 3678
dislivello complessivo (m): 1723

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura
vodafone : 25% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 0% di copertura

ultima revisione: 31/08/10

località partenza: Piana di Preda Rossa (Val Masino , SO )

punti appoggio: Rifugio Ponti

bibliografia: Guida ai Monti d'Italia

descrizione itinerario:
Primo giorno: dalla piana di Preda Rossa si segue il comodo sentiero che in un paio d'ore e 600 metri di dislivello conduce al rifugio Ponti (m.2559).
Secondo giorno: dal rifugio si traversa verso Est in piano per raggiungere il filo della morena, lo si segue sino a raggiungere il ghiacciao di Preda Rossa.
Lo si risale sul lato destro orografico (Ovest) superando con ripido pendio una zona crepacciata tenendosi sulla sinistra.
Ci si dirige quindi verso la sella di Pioda (m.3387) e attraverso un canalino si guadagna la cresta, alternatitavamente di neve e di roccia, che si sale seguendo gli evidenti segni dei ramponi sulle rocce.
Si supera un ripido tratto nevoso (uscita da Sud della via Schenatti, chiodo con cordino al culmine), si toccano due elevazioni rocciose e si percorre un tratto nevoso meno ripido ma esposto (uscita a sinistra, Nord, della via degli inglesi).
Per l'anticima quindi alla vetta (segnale trigonometrico).
Discesa: per la stessa via.