Superga (Basilica di) giro da Torino con discesa sentieri 600 e 28

difficoltà: MC+ / BC   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord
quota partenza (m): 230
quota vetta/quota massima (m): 675
dislivello salita totale (m): 900
lunghezza (km): 30

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: lucabelloni
ultima revisione: 10/10/13

località partenza: Sassi (Torino , TO )

cartografia: carta dei sentieri della Collina Torinese - 1:15.000

note tecniche:
giro collinare caratterizzato da numerosi saliscendi e discese piuttosto tecniche. Da evitare in caso di pioggia e terreno umido!!!

descrizione itinerario:
La partenza avviene dall’ampio parcheggio sul retro del Cimitero di Sassi. Si attraversa il parco del Meisino con percorso che a tratti costeggia gli argini del Po fino ad arrivare ai confini con il Comune di S. Mauro dove si imbocca la solitaria Strada della Croce, su asfalto a tratti ripido per ca. 200m di dislivello, Si percorre quindi il sentiero 29 che con bel mezzacosta porta sulla strada di Superga. Circa 1500m di salita su asfalto e quindi, giunti a Pian Gambino, si sale alla Basilica su carrarrecce e sentieri, dopo aver toccato la stazione di arrivo della Dentiera Sassi-Superga. Dalla basilica si scende su un bel sentiero a tratti tecnico che percorre la dorsale est della collina per poi incrociare il Sentè dij Asu che si percorre integralmente per tornare a Pian Gambino. Si sale quindi a Tetti Rocco per 500m di asfalto e quindi con un lungo traverso e qualche tratto tecnico (curve strette e toboga) si giunge nei pressi del Monte Aman. Da qui dopo un breve tratto su carrareccia si scende nel Bosco delle Fate su sentiero impegnativo che alterna lunghi traversi a curve strette e ripide discese fino al tratto più divertente denominato il “Cavatappi”. Si raggiunge quindi una solitaria strada asfaltata che in salita porta a Tetti Bertoglio e poi ancora alternando sentiero e asfalto a Pian Gambino, da dove si percorre il Sentiero 28 su discesa molto divertente fino al Parco del Meisino. In breve si torna al punto di partenza.