Grand (Punta) e Piccolo o Cit Pontalonet da Fondo

sentiero tipo,n°,segnavia: sentiero GTA n° 708 e 14b
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1074
quota vetta/quota massima (m): 2634
dislivello salita totale (m): 1700

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: Blin1950
ultima revisione: 02/10/13

località partenza: Fondo (Traversella , TO )

cartografia: MU Edizioni - Carta della Valchiusella

bibliografia: CAI-TCI Emilius Rosa dei Banchi

note tecniche:
Vedere "Valchiusella a piedi" di Matteo Antonicelli, itinerario n° 70, Punta Grand.
Sulle pubblicazioni del settore, c’è un po’ di confusione sulla topomastica di questo settore della Valchiusella. Sulla guida “Emilius Rosa dei Banchi” del CAI-TCI, menziona al n° 249 il Colle degli Orti, m. 2634 e dice che è anche conosciuto come Colle degli Orti ovest; la guida “Valchiusella a piedi” di Matteo Antonicelli lo cita come Colle del Monte Marzo e lo stesso dicasi per la carta Mu della Valchiusella.
La guida CAI-TCI cita al n° 250, Piccolo Pontalonet (Cit Pontalonet) m. 2616, mentre non c’è nessuna citazione sulla guida di Antonicelli e neppure sulla carta Mu. Sempre la guida CAI-TCI cita al n° 251, la Bocchetta dei Laghi Gelati o Burra dei Lé, m. 2524 e anche conosciuto come Colle degli Orti est; la guida “Valchiusella a piedi” di Matteo Antonicelli lo cita come Colle degli Orti, m. 2555 e lo stesso dicasi per la carta Mu della Valchiusella. Avendo fatto il punto gps, confermo la differenza di altezza, m. 2555.

descrizione itinerario:
Dal piazzale sterrato di Fondo, tornare leggermente a valle ed attraversare il ponte ad arco e seguire la bella mulattiera percorso GTA per il Colle delle Oche.
Arrivati poco oltre l'Alpe Pasquere, ci si immette su strada sterrata che va seguita fino al rio subito dopo l’Alpe La Nuova. Dopo il rio. seguendo l’indicazione della palina in legno, si risale il sentiero GTA per il Colle delle Oche, da seguire fedelmente fino all’Alpe Oche Inferiore 2110 m. A destra degli alpeggi, nel piano, seguire i bolli in vernice bianco-rossa che risalgono, su traccia di sentiero, un ripido canale erboso fino alla sua sommità.
Ora il sentiero attraversa in piano una piccola pietraia e si porta sui pendii erbosi, che scendono dalla base delle rocce soprastanti, e continua a salire sul fianco destro della pietraia innalzandosi alla base del Colle M. Marzo. Giunti all’altezza di un rudere di baita di un vecchio alpeggio, risalire la rada pietraia puntando allo stretto canale erboso che scende dal Colle degli Orti, risalire il pendio erboso ed in ultimo il ripido canale. Risalire ora la cresta di rocce e zolle erbose fin contro i blocchi rocciosi finali, piegare a sinistra sul versante nord-ovest per cengie si giunge alle spalle del dentone di vetta.
Raggiunto, in discesa sullo stesso percorso, il Colle degli Orti, scendere di una 15 di metri sul versante nord aggirare alla base una paretina rocciosa, risalire a sinistra un pendio canale di pietrame, preferendo il lato destro dove ci sono più zolle erbose che facilitano la salita, ed in breve si giunge alla sommità di quota 2616, Piccolo o Cit Pontalonet.
Discesa per il versante di salita.