Pilastru Droite (contrafforte Pilastru di Alba) senza nome

difficoltà: 6a / 5b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1200
sviluppo arrampicata (m): 100
dislivello avvicinamento (m): 50

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: stegio
ultima revisione: 15/09/13

località partenza: Colle di Bavella (Quenza , 2A )

punti appoggio: Alberghi e ristoranti al colle di Bavella

bibliografia: Bavedda - Fenouil, Quilici. Falaises de Corse - Maurin, Souchard

accesso:
Dal Colle di Bavella, prendere il sentiero che lascia sulla sx (senso di marcia)ND des Neiges, in direzione del Pilastru di Alba e Punta Macao. Il Pilastru Droite è un modesto contrafforte del più bello Pilastru di Alba. Giunti ad un colletto, un sentiero in discesa contorna alla base il Pilastru di Alba, prima che inizi a risalire verso Punta Macao, dirigersi alla base del contrafforte, la via attacca proprio dietro un pilastro staccato ed evidente. Spit visibili. 15/20 minuti.

note tecniche:
La via si sviluppa su tre tiri, protetti a spit e, grazie ai tafoni, ulteriormente proteggibile per mezzo di questi. soste comode.

descrizione itinerario:
La via attacca sulla placca, il primo passo lo si può salire infilandosi in una sorta di camino formato da questa e dal pilastro staccato. si prosegue prima in un vago diedrino e quindi su per un camino (spit e tafoni) sino ad un terrazzino inclinato che si raggiunge con un passo a sx (senso di marcia).
Dritti su per una placca, quindi un lieve strapiombo ( spit e tafoni) ad uscire su un'altra placca inclinata,volgere leggermente a sinistra (senso di marcia) evitando un risalto più compatto, quindi verso destra (senso di marcia)per placche sino alla sosta che si trova sotto una grande erosione. (cordone intorno ad una clessidra enorme formata da un tafone e grosso chiodo ad espansione).
A destra di questa, un piccolo pilastro appoggiato porta ad una placca che si risale poggiando lievemente a sinistra, verso un muretto (spit visibili), con un passo lievemente strapiombante lo si risale (possibile A0) per poi dirigersi verso destra, seguendo gli spit e su terreno non difficile alla sosta.
Un ultimo tiro su placca,(questo si può unire tranquillamente al precedente) contornando a sinistra una sorta di cresta, porta al bosco ed al "pinu lariciu" ove si sosta. Discesa per un canale evidente sulla destra (senso di marcia)dopo essere risaliti (tracce di sentiero) per raggiungerne agevolmente l'ingresso.