Gias dei Laghi (Testa) Cinquantini smarmittati

difficoltà: 6b / 6a obbl
esposizione arrampicata: Sud-Ovest
quota base arrampicata (m): 2500
sviluppo arrampicata (m): 280
dislivello avvicinamento (m): 400

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
vodafone : 0% di copertura
tim : 20% di copertura

contributors: otreblasus
ultima revisione: 11/09/13

località partenza: strada Colle della Lombarda (Vinadio , CN )

bibliografia: http://www.cuneoclimbing.it/relazioni/multipitch/

accesso:
Dopo Vinadio svoltare per S.Anna di Vinadio S.Prov.255 proseguire per il Colle della Lombarda
Parcheggiare sotto il cartello Km 5.Prendere il sentiero per i laghi Aver al colletto di S. Giovanni
scendere con il sentiero al centro della conca e mollare gli zaini. Continuare a scendere in diagonale
verso la parete nella pietraia aggirando degli enormi massi e seguendo grossi ometti
risalire il pendio di erba per pochi min. Attacco a destra di uno sperone posto al centro della parete
(vedi foto).1 ora abb. c.a. Ometto

note tecniche:
Soste con 2 spit con anello e catena, salvo l'ultima della prima parte che ha 2 spit non collegati.
Roccia gneis rossiccio molto buona a tratti ottima. Prestare un po' di attenzione su creste,
spuntoni,cenge e a tutto quello che si tira.
Via a carattere abbastanza alpino con placche diedri creste ariose e panoramiche.

descrizione itinerario:
1- Salire un bel muretto verticale poi placche ben manigliate 5c 55mt.
2- Salire sopra la sosta per un bel muro molto verticale poi placche 6b 25 mt.
3- Salire il diedro verticale poi a destra per placche facili 6a 30 mt.
4- Salire le facili e piacevoli placche articolate 5c 40 mt.
5- Continuare sopra la sosta per placche poi in cresta raggiungere un secondo gendarme
e sostare 5b 60 mt.
Trasferimento in cresta fino al colletto scendere 10 mt. sul pendio erboso (possibilita di fuga a destra)
6- Salire un diedrino accennato poi dritti sulla placca muretto finale scalata molto piacevole 5c 40 mt.
7- Salire un bellissimo muro verticale poi placca e speroni fino al prato 6a+ 40 mt.
Discesa:
1- Salire a piedi per un centinaio di metri in punta alla Testa Gias dei Laghi poi a piedi per il Colle
dell'Aver. Piu' lungo ma piu' panoramico.
2- Dall' ultima sosta con due doppie scendere al pendio sotto poi continuare a destra per due colletti
(traverso molto facile ma Attenzione!!!) (grossi ometti) poi giu' per il pendio poi pietraia fino ai
sacchi.

altre annotazioni:
Primi salitori: L.Salsotto E L.Orsi nell’agosto 2013