Beaudouis (Pic de) - Crete de l'Alpalier Adios Pèpè

difficoltà: 6b / 6a obbl / A0
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 2000
sviluppo arrampicata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 100

copertura rete mobile
altri : 0% di copertura

contributors: climberigor
ultima revisione: 08/09/13

località partenza: Parking de Clapeyto (Arvieux , 05 )

punti appoggio: Brunissard - camping de l'izoard -

bibliografia: Grimper dans le Haut-val Durance

accesso:
Dalla D902 del col d'Izoard, appena usciti da Brunissard si svolta a sinistra per Clapeyto - Camping de l'Izoard - restaurant- pizzeria "le jamberoute" e dopo il campeggio si parcheggia, dove inizia lo sterrato con divieto ai non autorizzati.
A piedi in 20 minuti si raggiunge la base della falesia, con circa 25 monotiri, 5-6 vie da 2 a 4 tiri e 3 vie lunghe che raggiungono la sommità della parete, a circa 2250 metri.

note tecniche:
Bel paretone di calcare, a tratti grigio e più compatto, a tratti giallo e lavorato, con lame, fessure, diedri e strapiombi e tacche taglienti, ma anche placche delicate. Belli e vari i monotiri.
Adios Pèpè è la via più abbordabile delle 3 presenti: 6b/A0 max, 6A obbligatorio, ben attrezzata a fix (ma non ascellari, anche il breve tratto valutato 6B non si azzera in scioltezza se non si è alti almeno 1m 85...): nei tratti più facili la chiodatura è più distanziata, ma mai pericolosa, anche se a volte gli spit occorre cercarli perchè non si vedono immediatamente.
Utili ma non indispensabili un paio di friends medio-grandi (specie per proteggere il secondo nell'uscita, facile ma esposta e in traverso, del terzo tiro) e volendo qualcuno medio per integrare (dove si può). Roccia eccezionale quasi sempre, buona in alto, tranne nel penultimo e ultimo tiro dove ci sono un po' di pietre sparse e occorre fare attenzione per non scaricarne a valle.
Discesa a piedi sul versante opposto: dall'ultima sosta occorre traversare a sinistra, passando due canaloni detritici a tratti abbastanza esposti (occhio! traccia e ometti) per circa 150 metri, poi facile pietraia che in breve raggiunge il sentiero che scende dal col des Ayes, e poi la strada di Clapeyto.
Attenzione: la discesa in doppia, dopo i due facili tiri in traverso (3° e 4° tiro)che aggirano il grande strapiombo, credo sia impossibile, o quantomeno molto problematica: comunque tutte le soste sono su due fix, generalmente da collegare - alcune hanno già un cordino, ma NON i maillon.
Attenzione bis: nei primi 5 tiri c'è parecchia esposizione, in alcuni passaggi (del 1° e del 2° , ma specie del 5° tiro) l'aria sotto al fondoschiena è tanta.....sconsigliata quindi a chi patisce il genere!

descrizione itinerario:
Sequenza dei 9 tiri:
6A -
6B (6A/A0 non banale) -
4B -
4C -
6A -
6A -
5C/6A -
6A -
5C

altre annotazioni:
Aperta da M. e J.J. Rolland