Sart (Monte) dalla Sella Nevea

sentiero tipo,n°,segnavia: nr 635-632
difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1170
quota vetta/quota massima (m): 2324
dislivello salita totale (m): 1150

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: lancillotto
ultima revisione: 02/09/13

località partenza: Sella Nevea (Chiusaforte , UD )

punti appoggio: Rif. Gilberti - Biv. Marussich

cartografia: Tabacco carta nr 027 - 019 (Canin - Alpi Giulie Occ.li

bibliografia: Alpi Giulie Occidentali (soc. Alpina della Giulie)

accesso:
Da Gemona del Friuli per la bella e stretta Val Raccolana

note tecniche:
Escursione interessante per i paesaggi "unici" fatti di mari di pietra e profondi inghiottitoi, regno di speleologi che vengono numerosi da tutta Europa per esplorare queste cavità.Gli itinerari al di fuori dei rifugi, sono tutti di impegno.

descrizione itinerario:
Raggiunta Sella Nevea, parcheggio alla funivia del Canin che raggiunge il rif. Gilberti (v. sito Promotur. Seguire le indicazioni del sent. 635 che sale al rifugio. Da qui per il sent. 632 fino alla sella Bila Pec dove si trova una vecchia casermetta (solo muri esterni). Per un sentiero in cengia (attenzione se neve o ghiaccio) con vari saliscendi al bivacco Marussich, visibile solo all'ultimo. Per sentiero militare che sale alle spalle del bivacco si raggiunge l'erbosa forcella di Terrarossa e x tracce tra verdi e roccette alla panoramica cima.

altre annotazioni:
Tutta la zona è molto particolare per le profonde cavità e il tipo di roccia. Non è facile orientarsi fuori sentiero anche perchè il tipo di terreno impone una continua attenzione a dove si mettono i piedi (fenditure continue nella roccia).
La cima del Monte Sart come quella del vicino Monte Canin è molto pericolosa in caso di temporale per i fulmini che si abbattono.